Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
10 luglio 2020: 149 anni dalla nascita di Marcel Proust
Leggi l'Antologia proustiana 2020: Quarantena a Combray
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Proposta_Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 969 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Fri Jul 10 09:13:14 UTC+0200 2020
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Icaro (fontana della Granja)

di Gerardo Diego 

Proposta di Manuel Paolino »

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 14/10/2016 20:04:37

A Joaquín Pérez Villanueva

 

«Icaro dove sei? Icaro, Icaro…»

Così gracchiano gli uccelli oceanici

sbrindellando burrasche e nei chiarori,

nei pozzi di verde cielo frugano

e lontano si perdono, sbandano,

e rimangono trapassandoci i timpani

l’eco a mulinello: «Icaro, Icaro...»

 

Fu il mare, il mare solo, il geloso,

che ti perse. La cera si regala

alla bruciante carezza, ma fu lui

che ti strappò rabbioso dal tuo cielo,

lui, il padre immenso, l’oceanico,

colui che dà alla luce la luce, il sole, il fuoco

ed ogni aurora libera, ed ogni tramonto

seppellisce nel suo ventre pauroso.

 

Tu volevi il cielo, Icaro svelto.

Per l’azzurro nascesti. Ali bellissime

di invisibile piumaggio in arcobaleni

sognavi, colmanti insenature

tra remi e tronco, ed il frustare

dell’impeto ascendente nel tuo udito

batteva accelerati i suoi primi colpi.

Volato avresti con le tue sole braccia,

le ali della fede, per te solo.

 

Ma l’ingegno ti obbligò a indossare

timone-guida ed a vestire altrui

ali di misurata tessitura

e a ungere di cera instabili cerniere.

Volavi con tuo padre. Solcavate,

scalavate azzurri scivolosi

– tu sempre più in alto, Dedalo, Icaro! –

Ed il mare, là sotto, vi invidiava.

 

Tu, giovane, senza le tue ali di fortuna,

senza tempo per aprire quelle del sogno,

solo precipitasti nell’abisso.

Allora non fu il mare, ma la montagna,

la terra ferma e gravida che rompe

le sue viscere di roccia per ghermirti,

blocco inverso, nel suo solido grembo.

E t’abbraccia in una boscaglia priva di graffi

e ti spegne di neri levigati

e ti bagna di linfe in te sgorganti,

favola di te stesso e del tuo tuffo.

 

Laggiù lontano rimescola l’oceano

le sue lastre, cercandoti senza tregua,

e divide scogli, disordina fondali,

combatte con le rocce furibondo,

fruga nelle sue risacche, sonda sabbie,

ma non ti troverà, mai ti ebbe.

E sempre, tra uno scrosciare di spume, torna

il gracchiar senza fine: «Icaro, Icaro...»

 

(Traduzione di Manuel Paolino)

 

 

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Manuel Paolino, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Manuel Paolino, nella sezione Proposta_Poesia, ha pubblicato anche:

:: fr. 1 T , di Archiloco (Pubblicato il 25/09/2017 21:04:17 - visite: 706) »

:: Il ritorno ineffabile , di Regino Pedroso (Pubblicato il 29/04/2017 15:23:18 - visite: 525) »

:: Intimo battere , di José Manuel Glass Mejía (Pubblicato il 06/02/2017 16:36:53 - visite: 788) »

:: Rosa transitoria , di Antonio Fernández Spencer (Pubblicato il 06/02/2017 16:34:12 - visite: 466) »

:: Vlía , di Freddy Gatón Arce (Pubblicato il 06/02/2017 16:27:36 - visite: 520) »

:: Lo scherzo della domenica , di Rafael Américo Henríquez (Pubblicato il 04/02/2017 22:55:24 - visite: 544) »

:: Paesaggio riflesso , di Rafael Américo Henríquez (Pubblicato il 04/02/2017 22:52:28 - visite: 474) »

:: Pace , di Rafael Américo Henríquez (Pubblicato il 04/02/2017 22:49:27 - visite: 476) »

:: Il fuoco , di Manuel Llanes (Pubblicato il 04/02/2017 22:43:55 - visite: 471) »

:: Fuoco nel fiume , di Mario Lebrón Saviñón (Pubblicato il 30/11/2016 18:59:42 - visite: 655) »