:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
 
« torna indietro | leggi il testo | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di Eugenio Nastasi
L���evoluzione delle forme poetiche

Sei nella sezione Commenti
 

 Ninnj Di Stefano Bus - 06/10/2014 13:43:00 [ leggi altri commenti di Ninnj Di Stefano Bus » ]

Grazie, Franca Alaimo quello che dici incoraggiante, speriamo davvero che il tempo possa avere ragione del ns. impegno. Un lavoro immane del genere non si fa per propor(ci) da protagonisti, ma per proporre la poesia che vale e, se il mondo non fosse ingiusto, incoerente e reprobo si capirebbe molto bene. I curatori ne dovevano restare esclusi, era la Critica che doveva rispondere, ma questo se vivessimo in un mondo di esseri altamente sensibili alle parole "verit" dignit, onest...
Non era immaginabile che si dovesse andare in tilt per i complimenti fatti al ns. lavoro, ma che la Critica che conta tirasse qualche somma o profferisse qualche parola al riguardo -quello mi parrebbe il meno - e credo sia logico, fa parte dell’onest intellettuale, ma forse perch io non ho la "sindrome del beneficato"(Parsi). Ringrazio vivamente del tuo intervento, e ti sono grata Ninnj

 Franca Alaimo - 05/10/2014 22:09:00 [ leggi altri commenti di Franca Alaimo » ]

Carissima, quasi mille lettori hanno aperto il file. Che poi non ci siano stati molti commenti, non credo sia da leggere in modo cos negativo; non tutti lasciano dei commenti. L’importante leggere.
Il vostro impegno stato cos evidente e meritorio che nessuno potrebbe negarlo; ma sai bene come vanno le cose: gli esclusi se la prendono a male; alcuni "vip" non tollerano di stare in compagnia di autori meno o poco noti; c’ chi pensa siano stati esclusi nomi importanti; c’ chi mette in dubbio l’onest del criterio selettivo.
Quello che resta una bellissima antologia, una delle pi corpose e importanti che siano mai state realizzate negli ultimi decenni, che include poeti di tutte le regioni italiane, quando, invece, molte altre si fermano al Lazio, come se nel meridione o nelle isole la produzione poetica fosse del tutto assente o trascurabile.
Di questo tu ed Antonio dovete essere fieri, travalicando ogni pessimismo e motivo di delusione. L’Antologia c’; ci sar. Il tempo vi dar ragione. Un carissimo saluto

 Ninnj Di Stefano Bus - 05/10/2014 15:05:00 [ leggi altri commenti di Ninnj Di Stefano Bus » ]

Cari e stimati lettori. Ho volutamente lasciato trascorre un bel po’ di tempo prima che mi decidessi a dire la mia su un’operazione tanto impegnativa quanto avventurosa. E la Poesia lo , in primis per la sua difficolt ad essere accettata, ma anche riconosciuta e apprezzata per quello che vi si trasfonde. L’operazione di abbinare grandi nomi a nomi pi oscurati o di scarsa visibilit era rischiosa...ma il dovere di dare alla Storia della Letteratura l’intera gamma delle sue componenti ispirative, stata per me un principio inalienabile. Sissignore, un dovere checch la vedano i benpensanti: corrisponde ad un criterio logico di successione temporale, che non si pu in alcun modo ignorare. Non si possono scartare le voci che non hanno molta risonanza o nessuna solo perch non sono gli eletti. Per me dovr essere il futuro a decretarne la validit. A noi corso l’obbligo di fare una selezione (sommaria, magari opinabile e discutibile quanto volete, ma autentica, trasparente e incontrovertibile).I poeti tutti, in piena coscienza, lo dovranno riconoscere: abbiamo esclusi i pessimi e per me, che mi crediate o no, stato gi lacerante...la poesia un "bene" dell’uomo, un lascito di sofferenza e di ardore, di coraggio e di nostalgia: l’intimo che parla, non la vetrina delle vanit. Ci siamo fatti molti nemici, com’era logico: gli esclusi non sono stati lieti di questa operazione selettiva, ma, a quanto vedo nemmeno gl’inclusi. A distanza di un anno e pi mi chiedo e vi chiedo, vi sembra logico che un’operazione di tal genere, un intervento di tale spessore sulla Poesia contemporanea, possa avere al suo attivo questo scarso numero di interventi? Tutti, anche i pi autorevoli autori hanno voluto esserci, ma poi tacere stato il loro principale difetto...come sempre l’italianota ha il braccino corto, da un lato prendere tantissimo e dall’altro dare "pochissimo".
M’illudevo di fare qualcosa di utile, qualcosa che potesse sollecitare il commento unanime, avere dei consensi. Siamo stati allora due poveri illusi io e Spagnuolo? Sembra di s, a distanza di un anno poche voci si sono levate dal coro, e non che si pretendesse la totalit, ma almeno un breve cenno di riconocimento per l’immane lavoro dei curatori. Grazie ugualmente, la cultura fa parte dell’uomo, e purtroppo l’uomo sempre lo stesso, da qualunque parte lo si guardi
mosso dal suo peccato originale ed un peccato che non lo render mai "libero", non fanno eccezione nemmeno i poeti che, a rigor del vero, dovrebbero detenere il primato dell’intelletto, della sensibilit e della correttezza in fatto di valutazione.

Ninnj Di Stefano Bus

 Emanuele Marcuccio - 12/07/2013 17:27:00 [ leggi altri commenti di Emanuele Marcuccio » ]

Ottima recensione per una pubblicazione che costituisce un lodevolissimo unicum in tutto il panorama letterario. Per la prima volta sono stati antologizzati poeti di comprovata fama insieme a poeti meno noti, ma giudicati ugualmente meritevoli di essere storicizzati.
Tra i nomi presenti nel Volume, con cui ho avuto almeno qualche scambio di mail, mi piace qui ricordare Roberto Maggiani, Nazario Pardini, Elio Pecora e Franco Buffoni.
Ringraziando sentitamente i curatori per aver scelto anche me auguro a tutti sempre buona poesia.

Emanuele Marcuccio

 Leopoldo Attolico - 01/06/2013 18:19:00 [ leggi altri commenti di Leopoldo Attolico » ]

"Un coro a pi voci intorno al leitmotiv della ricerca dell’umano in un mondo vieppi dominato dalle macchine e dalla tecnica ".
L’umano trasecola e ringrazia , visti i tempi che sembrano proscriverlo
perch "con la cultura non si mangia" . Ben venga questo atto di opposizione alla miseria di tempi , anche se non risarcisce di nulla e non salva nessuno . Con un grazie a quanti si sono prodigati per realizzarlo e promuoverlo .
Con stima
leopoldo -

 Giorgina Busca Gernetti - 01/06/2013 11:33:00 [ leggi altri commenti di Giorgina Busca Gernetti » ]

Nel mio commento si sono perduti apostrofi e virgolette durante la pubblicazione. Me ne scuso con i lettori.
Giorgina Busca Gernetti

 Giorgina Busca Gernetti - 01/06/2013 11:25:00 [ leggi altri commenti di Giorgina Busca Gernetti » ]

diversi autori (bont loro !) hanno declinato linvito, adducendo scuse a volte puerilmente banali, a volte prive di quella necessaria cultura umanistica che distingue lo scrittore autentico.
Io, Giorgina Busca Gernetti, non sono stata inclusa in questo "archivio storico" non per ci che ho riportato dal commento di Eugenio Nastasi, facendo copia-incolla". Un anno prima avevo declinato l’invito per un’antologia di 4/5 Autori con 10 poesie e la mia giustificazione era stata che non potevo impegnare 10 poesie in tale antologia per la questione del "copyright", dato che esse dovevano restare inedite per il libro di poesie che stavo completando. Non mi pare che tale mio diniego sia privo di "cultura umanistica", come ho letto sopra. Per di pi esso si riferiva a un altro invito dello stesso curatore.
In fede, Giorgina Busca Gernetti

 Ninnj Di Stefano Bus - 29/05/2013 09:12:00 [ leggi altri commenti di Ninnj Di Stefano Bus » ]

Grazie, a tutti quelli che hanno saputo apprezzare un testo storico di quello spessore, che sar (mi auguro) consultato tra i libri scolastici, perch contiene la pi imponente vetrina delle firme italiane in poesia. Nel mentre ha saputo amalgamare armoniosamente le varie forme della poesia contemporanea, ha dato spazio agli emergenti meritevoli di attenzione, la qual cosa non fanno mai gli Editori nobili, i quali espongono solo in funzione del nome o delle risonanze di mercato. Insieme ai nomi di spicco a cavallo del secolo appena trascorso, abbiamo voluto, di proposito, aggiungere autori meritevoli di attenzione, perch non si disperda il patrimonio generazionale della lingua poetica. Un riconoscimento per il lavoro condotto dai curatori il mezzo pi idoneo per sollecitare la poesia che vale e non farla decadere o depauperare in un momento cos difficile per la societ di oggi. Dalla curatrice dell’opera vi giunga un "grazie" di cuore per la buona accoglienza di questo archivio storico.

 Mariella Bettarini - 28/05/2013 18:49:00 [ leggi altri commenti di Mariella Bettarini » ]

Ottima recensione per un ottimo volume antologico (ma forse non dovrei dirlo io, che vi sono inserita...).
Comunque, grazie ad Eugenio Nastasi, e un carissimo augurio e saluto da
Mariella Bettarini

 Franca Alaimo - 26/05/2013 17:15:00 [ leggi altri commenti di Franca Alaimo » ]

Un’altra bella recensione a questa antologia presentata in pi citt d’Italia e accolta, come mi riferiscono i miei amici, con interesse e apprezzamento. Ringrazio Eugenio Nastasi che ha voluto ricordare non solo il mio nome, ma anche quello di Maggiani e di altri siciliani che hanno partecipato all’antologia, per "riparare" in qualche modo un silenzio dovuto all’abitudine di citare sempre i nomi pi eclatanti per ovvii motivi "pubblicitari".