:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Attenzione, dal 19 al 29 luglio 2024 è prevista una prima parte di lavori di manutenzione sul sito LaRecherche.it pertanto non sarà possibile, in tale periodo, registrarsi o autenticarsi, non sarà possibile pubblicare, commentare o gestire i propri testi in nessuna forma ma sarà possibile solo la consultazione/lettura del sito ed eventualmente la eliminazione dell'utenza di chi ne farà richiesta. Una seconda parte è prevista dopo la metà di agosto, le date saranno comunicate. Ci scusiamo per l'eventuale disagio. Ovviamente se riusciremo ad accorciare i tempi lo comunicheremo.
 
« torna indietro | leggi il testo | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di Franca Colozzo
Trapasso in Rosso - Crossing over in Red - El Vestido Rojo

Sei nella sezione Commenti
 

 Franca Colozzo - 24/06/2024 23:15:00 [ leggi altri commenti di Franca Colozzo » ]

Cara Annalisa, hai colto l’essenza di questa mia poesia buttata giù in fretta di notte.
Anche preannunciando la propria fine, si teme il trapasso ignorando cosa ci aspetta nell’aldilà. Di certo, il vestito rosso è un modo simbolico per affrontare l’ignoto ed è foriero dell’idea del sacro fuoco delle Vestali e dell’energia che sottende l’universo.
La rinascita è insita nella mia idea di passaggio ad altre vite, catarsi e purificazione, Karma che si concretizza nell’azione. Tutto nasce, muore e si rinnova, nulla si crea e si distrugge.
Ti ringrazio del passaggio e del commento che suggerisce ulteriori riflessioni.
Passerei le giornate a commentare le poesie altrui, ma il tempo tiranno mi lascia ritagli di ore notturne che mi costringono a concentrarmi su pochi poeti. Chiedo venia, ma non ho scelta. Buonanotte.

 Annalisa Scialpi - 24/06/2024 17:18:00 [ leggi altri commenti di Annalisa Scialpi » ]



Franca, questa tua poesia è sublime. La vedo come la scena di

un film, di una persona che muore in piena consapevolezza.

Il dolore è leggero, qui, e pare di indossarlo... Struggente

è anche il desiderio di rinascita che vi colgo, perchè in

fondo morire e rinascere non sono simultanei? Grazie. E grazie

anche per i tuoi attenti commenti, che mi danno modo di riflettere

sulla mia poesia. Buon pomeriggio carissima

 Franca Colozzo - 11/06/2024 17:49:00 [ leggi altri commenti di Franca Colozzo » ]

Grazie, Salvatore, del tuo passaggio e commento. Questa mia poesia vuol essere anche un modo per scongiurare la paura della morte che attanaglia ogni essere pensante.
Al di là dell’enigma e della luce in fondo al tunnel, da tanti descritta dopo una morte apparente con ritorno in vita, ci auguriamo tutti che la dipartita sia serena transizione dopo un’esistenza di tribolazioni, date in dono coatto a chi più e a chi meno.
L’abito rosso simboleggia la gioia e così sia quest’ultima l’elemento di collegamento con l’aldilà, almeno nella mia visione più ottimistica del trapasso.
Con l’augurio di lunga vita (nolenti o volenti, lo auspichiamo sempre a noi e agli altri), ti auguro una buona serata.

 Salvatore Pizzo - 11/06/2024 01:41:00 [ leggi altri commenti di Salvatore Pizzo » ]

Non si può che esser d’accordo con Mirela:"Una poesia che abbellisce il dolore..." E le varie traduzioni non sono che il giusto tributo a dei versi che confortano col giusto tono di una prece che fa della pietà una dote del tutto umana.
Un caro saluto che, più ancora, è un augurionper una notte serena e grazie.

 Franca Colozzo - 11/06/2024 00:33:00 [ leggi altri commenti di Franca Colozzo » ]

Chère Dr Franca Colozzo, un poème aussi mystique que terrestre.
Les images puissantes de la poésie embellissent et transforment en célébration le départ de ce monde, dans des rencontres mythologiques et d’autres dimensions du cosmos, habillées des couleurs de l’amour.J’ai beaucoup aimé votre poème. Un poème qui embellit la douleur...Je vous souhaite une belle et longue vie!

@Mirela Leka Xhava (Francia).

Traduzione in italiano (Franca Colozzo)

Cara dottoressa Franca Colozzo, una poesia tanto mistica quanto terrena.
Le immagini potenti della poesia impreziosiscono e trasformano in celebrazione la partenza da questo mondo, in incontri mitologici e altre dimensioni del cosmo, vestite dei colori dell’amore. Mi è piaciuta molto la tua poesia. Una poesia che abbellisce il dolore...ti auguro una bella e lunga vita!
Mirela Leka Xhava (Francia).

 Franca Colozzo - 11/06/2024 00:24:00 [ leggi altri commenti di Franca Colozzo » ]

Grazie, cara Livia, del tuo passaggio. Sono contenta che ti sia piaciuta questa mia poesia scritta di getto per combattere un momento di tristezza.
La vita passa presto tra amarezze e delusioni, condite da qualche attimo di spensieratezza, ma sempre il trapasso ci coglie di sorpresa.
Il colore rosso dovrebbe richiamare la gioia e avvicinarsi a quello sprazzo di luce che si vede in fondo al tunnel.
Buonanotte.

 Livia - 10/06/2024 11:43:00 [ leggi altri commenti di Livia » ]

"Quando morirò, non piangete, vi prego,
sia il mio abito d’un colore allegro
una scintilla di vita accesa nel buio "

Bellissima.

 Franca Colozzo - 09/06/2024 00:05:00 [ leggi altri commenti di Franca Colozzo » ]

La mia poesia è stata tradotta in greco, da parte della poetessa Kapardeli Eftichia (Grecia), ed inoltre in albanese e francese da parte della poetessa Mirela Leka Xhava (Francia).
Le ringrazio per avermi voluto onorarmi spontaneamentesenza che io avessi chiesto niente.

***

My poem has been translated into Greek by the poet Kapardeli Eftichia (Greece), and also into Albanian and French by the poet Mirela Leka Xhava (France).
I thank them for wanting to honor me spontaneously without me having asked for anything.

 Franca Colozzo - 06/06/2024 23:45:00 [ leggi altri commenti di Franca Colozzo » ]

Ho avuto l’onore di veder questa mia poesia tradotta e pubblicata dalla poeessa greca: Kapardeli Eftichia. La versione greca è stata aggiunta dopo quella spagnola.

***

I had the honor of seeing my poem translated and published by the Greek poet Kapardeli Eftichia. The Greek version was added after the Spanish one.

 Franca Colozzo - 06/06/2024 19:19:00 [ leggi altri commenti di Franca Colozzo » ]

Hai ragione, caro Vincenzo. Purtroppo non tutti la pensano così e forse anch’io temo l’enigma del trapasso.
Tra dire fare c’è l’oceano della paura che attanaglia gli umani. Ma ci si prova a vestirsi di rosso, così come ho provato a tradurre questa mia poesia in spagnolo.
Mi si perdoni l’ignoranza nel tradurre, ma sono una semplice apprendista stregona fissata per lo studio delle lingue straniere e che ha superato oltre sei selezioni linguistiche per conto del M.A.E.
Buona serata a te e a tutti.

 Vincenzo Corsaro - 06/06/2024 11:28:00 [ leggi altri commenti di Vincenzo Corsaro » ]

È così che dev’essere. Certo la mancanza della persona amata è un vuoto incolmabile, ma dobbiamo essere consapevoli del fatto che essa è andata in quel posto che io chiamo "casa nostra", un posto per adesso a noi incomprensibile. Quando morirono mio papà e mia mamma, sul mio volto vi erano lacrime ma anche un sorriso di gioia per loro perché sapevo dove stavano andando. Per il mio funerale, a parte che voglio essere cremato, sin da ragazzo ho sempre desiderato una banda che suonasse blues o gospel. Serena giornata Franca :)