Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VII Edizione 2021
 
« torna indietro | leggi il testo | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di cristina bizzarri
Nel punto dove tocca

Sei nella sezione Commenti
 

 Leonora Lusin - 15/06/2013 01:09:00 [ leggi altri commenti di Leonora Lusin » ]

Dentro un raggio si passa dalla vita dipinta alla vita che s’addensa e viceversa: hai colto il miracolo dell’occhio poetico con mirabile precisione:una bellissima poesia.

 ferdigiordano - 30/05/2013 10:49:00 [ leggi altri commenti di ferdigiordano » ]

il tuo lirismo asciutto e acustico ti fa apparire come un complimento a quel raggio. e non per l’oro che qui leggo, ma per ogni corda che vibra nella tua luce.

 Luciana Riommi Baldaccini - 27/05/2013 12:52:00 [ leggi altri commenti di Luciana Riommi Baldaccini » ]

Hanno già detto tutto coloro che mi hanno preceduto. Un testo reso ancora più bello, a mio parere, dalla sintesi, che rende benissimo la brevità dell’attimo di quella visione/intuizione.

 Ferdinando Battaglia - 26/05/2013 19:50:00 [ leggi altri commenti di Ferdinando Battaglia » ]

Ciao, Cristina, ci fai "vedere" con te; e anche questo è un perché della Poesia.

 Emilio Capaccio - 25/05/2013 20:14:00 [ leggi altri commenti di Emilio Capaccio » ]

La tua consapevolezza mi rincuora: aspetterò con fiducia il mio turno!
Dovrà pur nascere il mio raggio? Dovrà pur passare - anche se fosse pallido e a malincuore - a trafiggere l’ombra che oggi proietto con un abito scuro più lungo?

Ciao dolce.

  Cristina Bizzarri - 25/05/2013 17:28:00 [ leggi altri commenti di Cristina Bizzarri » ]

Cerco appunto di compensare con il ritmo della voce la mia assoluta mancanza di cultura e orecchio musicali ... una primitiva sugno!
:-))


 Roberto Perrino - 25/05/2013 12:08:00 [ leggi altri commenti di Roberto Perrino » ]

La leggo a voce alta, trascinato dalla cadenza che le hai impresso.

 Cristina Bizzarri - 25/05/2013 01:34:00 [ leggi altri commenti di Cristina Bizzarri » ]

Vi ringrazio infinitamente dei vostri commenti.


 Franca Alaimo - 25/05/2013 00:33:00 [ leggi altri commenti di Franca Alaimo » ]

A volte la densità concreta della vita si alleggerisce d’improvviso.
La vista si trasforma in visione.Le cose, le persone assumono un senso epifanico. In questo testo è un raggio di sole che, imbevendo della sua luce aurea, un frammento di vita quotidiana, lo disincarna e lo riduce all’unidimensionalità di una pittura, in cui le figure e le cose diventano pura cromia, sostanza contemplativa.
Cristina, una delle voci più belle che abbia incontrato in questo sito, coglie bene quel breve istante che si dilata in una visione e poi si richiude in se stesso, lasciandoci tanto più prossimi al mistero quanto più straniti di tornare nella realtà quotidiana. Ora io credo che la poesia più pura, la più assoluta, si collochi proprio in questi attimi che sfiorano l’indicibilità. Perciò questa poesia mi piace così tanto.

 Cristiana Fischer - 24/05/2013 19:14:00 [ leggi altri commenti di Cristiana Fischer » ]

di nuovo il tempo, che qui si addensa...

 amina.narimi - 24/05/2013 17:01:00 [ leggi altri commenti di amina.narimi » ]

Bellissima
È la Tua poesia quel raggio " di adoro"

 Marco Giovanni Mario Maggi - 24/05/2013 16:41:00 [ leggi altri commenti di Marco Giovanni Mario Maggi » ]

"Impression, soleil levant"...un Monet fatto poesia. E’ tutto detto!

 Loredana Savelli - 24/05/2013 16:36:00 [ leggi altri commenti di Loredana Savelli » ]

Visione che si fa poesia: deve essere bello vedere il mondo con gli occhi di un pittore.
Ciao!