:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
 
« torna indietro | leggi il testo | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di Diego Bello
Dopo Natale

Sei nella sezione Commenti
 

 Arcangelo Galante - 01/01/2021 18:02:00 [ leggi altri commenti di Arcangelo Galante » ]

Letta a distanza di tempo, sembra una vera e propria fotografia del Natale appena trascorso.
Solamente le luci hanno creato la parvenza di un’atmosfera gioiosa, fatta unicamente di pochi abbracci e saluti distanziati, nascosti da un velo che ha reso invisibili persino i sorrisi.
Passi stanchi in città deserte e, nelle menti, solo sogni irrealizzabili.

 Franca Colozzo - 02/03/2019 18:58:00 [ leggi altri commenti di Franca Colozzo » ]

Vorrei aggiungere quanto segue in merito a questa tua poesia, di cui mi sembra di aver carpito il significato recondito. Trapela da essa una sottile avversione all’atmosfera finta del Natale con tanto buonismo che poi si scioglie come neve al sole. S’avverte, altresì, il disagio della stanchezza dei passi che calpestano i sogni così come la neve mista a fanghiglia.
I mesi freddi per fortuna stanno lasciando il posto alla rinascita della natura, l’unica che in fondo riesce a riscaldare il nostro cuore.
Buona serata.

 Rosa Maria Cantatore - 02/03/2019 15:22:00 [ leggi altri commenti di Rosa Maria Cantatore » ]

triste, bellissima poesia.
Bella davvero.

 Franca Colozzo - 02/03/2019 12:03:00 [ leggi altri commenti di Franca Colozzo » ]

Diego, meglio non illudersi mai e vivere senza quelle false luci del Natale. Meglio il freddo e la neve piuttosto che sbattere stramazzato per terra dopo gli ingannevoli sogni natalizi.
Rifuggo il Natale e le illusioni che sparge insieme alle luci artificiali, agli orpelli, agli stravizi. Per fortuna andiamo incontro alla primavera, alla luce naturale in espansione ed ai fiori che allieteranno i nostri prossimi passi. Ti auguro giornate di luce dopo le ombre dell’inverno.