Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VII Edizione 2021
 
« torna indietro | leggi il testo | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di Elisabetta Cassone
Pioggia

Sei nella sezione Commenti
 

 Arcangelo Galante - 06/03/2020 06:43:00 [ leggi altri commenti di Arcangelo Galante » ]

@ Elisabetta Cassone e Fabrizio Giulietti
Soltanto adesso riesco a strappare un lembo al tempo, sempre tiranno...!
Il vostro commento mi ha regalato un sorriso ed una nuova motivazione per riprendere con slancio a recensire le opere, dato che, negli ultimi tempi, ho trascurato la mia passione, a causa di svariati problemi familiari.
E la vostra cortesia merita davvero d’essere serbata, con preziosità.
Buon proseguimento nel sito de La Recherche.

 Elisabetta Cassone - 05/03/2020 14:21:00 [ leggi altri commenti di Elisabetta Cassone » ]

Mille grazie Fabrizio e Arcangelo, siete gentilissimi!
Arcangelo, permettimi di rimarcare che le tue analisi sono sempre molto gradite e apprezzate!

 Fabrizio Giulietti - 04/03/2020 19:13:00 [ leggi altri commenti di Fabrizio Giulietti » ]

dopo l’approfondita, erudita, circostanziata ed esaustiva disamina interpretativa del Galante, solo per dirti… bellissima...

 Arcangelo Galante - 04/03/2020 07:12:00 [ leggi altri commenti di Arcangelo Galante » ]

Un attimo di riflessione sul quale la poetessa si sofferma, invitando il lettore a fare lo stesso.
La pioggia, nell’apparente malinconia e fastidio, apre lo sguardo su variopinte meditazioni, al fine di condurre l’uomo verso un’interiore serenità, riflessa proprio nello specifico modo di scorrere e toccare ogni cosa, che essa sfiora e bagna.
Ebbene, lo scrosciare dell’acqua, sotto forma di pioggia, apporta il ritorno di un benessere fisico, permettendo di ascoltare in profondità le emozioni umane, gustarsi la beatitudine delle piccole cose, nonché fermarsi sull’agire proprio, cosicché anche il tempo rivela il piacere d’un differente silenzio, privo dei quotidiani trambusti, diffusi attorno.
Allorché, grazie al valore acquisito coi versi scritti, pure la pioggia finisce con assumere un volto nuovo, trasformandosi in acqua di pulizia e di rinascita.
Ottima visione positiva di un fenomeno meteorologico, guardato con gli occhi dell’anima.
Scrivendoti il meritato complimento, ti lascio un primaverile saluto con la pioggia di Marzo!