:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio Il Giardino di Babuk - Proust en Italie - VIII edizione 2022
invia la tua opera in concorso (Poesia e Racconto breve)
 
« torna indietro | leggi il testo | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di Ferdinando Giordano
Lontani i pi�� vicini

Sei nella sezione Commenti
 

 Ferdinando Giordano - 29/11/2021 16:48:00 [ leggi altri commenti di Ferdinando Giordano » ]

Grazie, Arbadom. Mi sei caro e il tuo nome l perch ti visualizzo in quella parte e perch brillante letterario (di amante). Ma vedi come va crescendo sulle orme di Ghiannis R. "Quarta dimensione"? Chiss se muorir tra poco o pi a lungo mi vive.

 LArbalte - 26/11/2021 22:44:00 [ leggi altri commenti di LArbalte » ]

Ferdinando, non riesco allo scoperto che per testimoniarti pace e meraviglia estetica alla lettura di questa tua - come dire - antica-chiaroveggente proiezione d’Iti in episcopio.
M’esaltai (me saltai, finalmente), leggendo. Dunque adieu!

Mim a quest’ora vaga per le strade pi vicine ad un giaciglio per i suoi estremi, lontanissimi, sogni blu.

Che onestissimo e bravo poeta ti dimostri!
Questa poesia sei tu.
Leggendaria (hony soit...).
Senza alcun timore di smentita.

Ti abbraccio, dal centro della mia notte umana, all’orizzonte chimerico di questa tua alba stupenda.


Uno che si chiama Mim