Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VII Edizione 2021
 
« torna indietro | leggi il testo | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di Loredana Savelli
L’astronave

Sei nella sezione Commenti
 

 Leonora Lusin - 10/07/2012 14:40:00 [ leggi altri commenti di Leonora Lusin » ]

La prima cosa che ho notato era la presenza della punteggiatura.
Prosa poetica? In tal caso mi sarei aspettata un diverso uso dello spazio. In ogni caso mi è piaciuta molto e in modo speciale questa stanza
"Pioveva pochissimo,
e sempre a comando.
Il sole creava riverberi
che impreziosivano i nostri occhi.
I miei erano più chiari,
i tuoi si celavano dietro ciglia più folte.
Ma è probabile fosse timidezza."

 cristina bizzarri - 08/07/2012 22:58:00 [ leggi altri commenti di cristina bizzarri » ]

Adesso ho capito Lory. Grazie, e buona notte.

 Loredana Savelli - 08/07/2012 22:40:00 [ leggi altri commenti di Loredana Savelli » ]

Grazie Cristina!
Devo ammettere che questo testo è meno costruito di quanto possa sembrare, è cioè una scrittura molto interiore e spontanea.
Il "lui" in questione ha paura proprio della libertà, di certi sconfinamenti non preventivabili. Ne ha paura.

Grazie, davvero. T.v.b.

 cristina bizzarri - 08/07/2012 22:33:00 [ leggi altri commenti di cristina bizzarri » ]

Mi piace molto, anche se all’inizio mi ha spiazzata. Trovo la similitudine originale e sorprendente. Nella seconda strofa troverei più logico dire che NON scioglieva, dato che mi sembra che, da parte di lui, si tratti di fuggire da confini forse troppo delimitati. Ma non so, forse non ho capito. Mi ricorda "Casa di bambola", ma anche "La donna del mare" (io la sento molto!!!),e, al femminile, la meravigliosa figura di zio Vanja - nel monologo finale della nipote.

 Loredana Savelli - 08/07/2012 21:39:00 [ leggi altri commenti di Loredana Savelli » ]

e grazie a Titti!

 Loredana Savelli - 08/07/2012 21:35:00 [ leggi altri commenti di Loredana Savelli » ]

A Nando.
Sono io che ho da farmi perdonare di sottoporvi i miei scritti.
In questo caso è proprio un esperimento, perché ho cominciato a scrivere qualcosa che assomigia ad una prosa, a un ragionamento un po’ assurdo o a una pagina di diario, poi ho voluto dare la forma della poesia e ho cercato di creare un ritmo.
Ma non so:
1. se il contenuto risulta convincente
2. se il risultato formale se ne avvantaggia.

Grazie comunque di esserci, grazie anche a Domenico, perché in caso contrario questi esperimenti sarebbero totamente sterili.

 Titti Ferrando - Alleluhia - - 08/07/2012 21:28:00 [ leggi altri commenti di Titti Ferrando - Alleluhia - » ]

A me è piaciuta, Loredana, anche se in fase sperimentale la trovo ben riuscita. Letta con piacere, a presto.

 Ferdinando Battaglia - 08/07/2012 21:10:00 [ leggi altri commenti di Ferdinando Battaglia » ]

(Non vorrei dire fesserie...)

Sempre di ottima tensione costruttiva, raggiunge un buon risultato formale, tuttavia, fatti salvi alcuni brevissimi tratti, la "vivo" come la meno "savelliana" delle tue; ad ogni modo, è giusta. seanche ne fosse questa l’origine, la fase più sperimentale.

Ciao Lory

ps. Perdonami, probabilmente sono un affezionato "conservatore".

 Domenico Morana - 08/07/2012 19:49:00 [ leggi altri commenti di Domenico Morana » ]

E’ un sorriso! La trovo appropriatissima così.