:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio Il Giardino di Babuk - Proust en Italie - VIII edizione 2022
invia la tua opera in concorso (Poesia e Racconto breve)
 
« torna indietro | leggi il testo | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di J.J. Tompson
n.3

Sei nella sezione Commenti
 

 Mauro Iozzi - 19/07/2011 12:48:00 [ leggi altri commenti di Mauro Iozzi » ]

Grazie del consiglio Lorenzo...ma io non sono un poeta, non ho la capacità di dare forme ritmiche o altro di canonico come vorrebbe la "poesia"
Se come dici Te il mio scrivere è rozzo (sicuramente è così) è perché le parole nascono dentro, da ricordi,stati d’animo (ben fissi nel mio immaginario credimi) quindi le trascrivo senza pensarci su troppo...
Se hai avuto modo di leggere un mio "pensiero" ricorderai che non ho studi classici alle spalle....sono solo uno che scrive quello che gli viene in mente.
Grazie ancora del tuo consiglio,e se riuscirò un giorno a dare una forma meno rozza, sarai a dirmelo magari.
ciao
Mauro

 Lorenzo Vazzana - 18/07/2011 21:14:00 [ leggi altri commenti di Lorenzo Vazzana » ]

Mauro posso dari un consiglio? Hai delle idee molto interessanti ma dovresti cercare una disposizione ritmica che lasci nella fissità la tua immagine, la rappresenti al meglio. Tentare di dare una forma alla poesia non significa tornare al classico; guardare Domenico Morana. Non buttare le ottime idee in una disposizione un po’rozza e che non rappresenta bene le tue immagini così nitide. Spero di esserti stato d’aiuto.