:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
 
« torna indietro | leggi il testo | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di Pietro Menditto
Ed io non so se questo stupore

Sei nella sezione Commenti
 

 Franca Alaimo - 07/04/2014 00:12:00 [ leggi altri commenti di Franca Alaimo » ]

Inusuale la struttura del testo che non solo innesta il passato nel presente attraverso degli elementi concreti: la finestra che non c’è più ed un calcolo matematico che determina l’età a cui allude l’autore, ma traccia anche la storia di un itinerario poetico che trova il suo fulcro nel sentimento dello stupore; solo che l’autore si domanda chi lo scriva; se l’autore sul volto del mondo, o quest’ultimo sull’autore.
E’ la questione dell’origine dell’ispirazione, qui originalmente indirizzata dal reale all’uomo o viceversa, senza intermediazioni divine.

 Pietro Menditto - 06/04/2014 09:50:00 [ leggi altri commenti di Pietro Menditto » ]

Grazie a tutti, carissimi amici.

Vostro Pietro

 Nando - 05/04/2014 09:41:00 [ leggi altri commenti di Nando » ]

Una di quelle posie che entrano nell’antologia esistenziale di un lettore, sia per la bellezza della forma sia per la bellezza di quel che viene scritto, in una coniugazione nuziale delle parole che gravida di attese ogni rilettura.

Sempre di nobile grandezza, Pietro.

Un abbraccio

 Adielle - 04/04/2014 20:26:00 [ leggi altri commenti di Adielle » ]

Bellissima.

 Loredana Savelli - 04/04/2014 15:03:00 [ leggi altri commenti di Loredana Savelli » ]

I tuoi scritti trasudano sangue. Ogni parola è indispensabile, scultorea.
Un caro saluto, sempre importante leggerti.

 Amina - 04/04/2014 14:21:00 [ leggi altri commenti di Amina » ]

Sarà che trent’anni fa la luce di mio figlio coincise alla mia, di cinquant’anni fa...la stessa finestra ritagliata che oggi non c’è più se non nell’anima scolpita, invulnerabile e questo stupore nel leggere la Tua nel Mondo

Bellissima Pietro

 Lorenzo Mullon - 04/04/2014 11:24:00 [ leggi altri commenti di Lorenzo Mullon » ]

Ci arrampichiamo su quella parete che sembra non finire, come degli acrobati

 Cristiana Fischer - 04/04/2014 11:15:00 [ leggi altri commenti di Cristiana Fischer » ]

sempre uno stupore quando ti leggo