:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
🖋 Marcel ritrovato, di Giuliano Gramigna | Nuova edizione Irelfe
con una nota di Ezio Sinigaglia
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Poesia della settimana

Questa poesia proposta dal 12/12/2011 12:00:00
Pagina aperta 1879 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sun Dec 10 21:24:00 UTC+0100 2023

Un mare differente

di Augusto Pivanti

« indietro | versione per la stampa | invia ad un amico »
Invita un utente registrato a leggere la poesia della settimana »
# 7 commenti a questo testo: Leggi | Commenta questo testo »


Sembra un mare differente
la notte, lo stellato distante
gli astri convessi, le crescenti
maree - tutto spalancato
al ventre appesantito del buio.

Sento onde andarsene
a cambiare il profilo di scogliere
mioceniche, senza che avvenga
una ruga soltanto.
Mi sporgo, ascoltando le forme

mi rimetto soltanto alla luna, che cerca.


[Tratta da I nomi impliciti del tempo, LietoColle, Progetto Essentia n. 3 a cura di Piero Marelli]


# 7 commenti a questo testo: Leggi | Commenta questo testo »