:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Poesia della settimana

Questa poesia proposta dal 20/12/2021 12:00:00
Pagina aperta 379 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sat Mar 2 08:27:00 UTC+0100 2024

Di notte i passanti

di William Faulkner (Biografia/notizie)

« indietro | versione per la stampa | invia ad un amico »
Invita un utente registrato a leggere la poesia della settimana »
# 0 commenti a questo testo: Leggi | Commenta questo testo »


 

Di notte i passanti vedevano

dentro la finestra della baracca

la vivida luce ferma

di quella lampada brevettata,

con lui seduto davanti ai libri

che non tanto amava

quanto credeva di avere il dovere

di leggere, afferrare, assorbire e prosciugare

con un po’ di quella stessa sprezzante intensità

con la quale spaccava la legna,

misurando contro i fuggenti secondi

del tempo irrevocabile

le pagine che voltava come il progresso

implacabile di un bruco.

 

 

[ La poesia qui proposta è un libero adattamento in versi della scrittura in prosa tratta da Il borgo, William Faulkner, Adelphi, traduzione di Cesare Pavese, pagina 143 ]

 

 


# 0 commenti a questo testo: Leggi | Commenta questo testo »