:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
🖋 classifica e vincitori del Premio Il Giardino di Babuk - Proust en Italie - VIII edizione 2022
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Poesia della settimana

Questa poesia proposta dal 05/03/2012 12:00:00
Pagina aperta 2284 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Thu Aug 18 07:25:00 UTC+0200 2022

Il Gigante si scuote dal sonno

di Roberto Mosi (Biografia/notizie)

« indietro | versione per la stampa | invia ad un amico »
Invita un utente registrato a leggere la poesia della settimana »
# 4 commenti a questo testo: Leggi | Commenta questo testo »



Il Gigante si scuote dal sonno

si alza vacillando in piedi
le mani alla fronte.
Un lampo illumina la Cupola,
il boato squarcia la notte.
Il palazzo avvolto dal fumo,
giungono nubi di voci:
"La bomba!", "Gli Uffizi!"
Il Gigante maledice,
gli occhi caverne di fuoco.
La bocca schiuma di bava.
Trema la terra del prato,
si apre il labirinto, cado
come corpo morto cade.


[ Tratta da L'invasione degli storni, Roberto Mosi, Edizioni Gazebo, 2012 ]



# 4 commenti a questo testo: Leggi | Commenta questo testo »