:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Antologia proustiana 2021 [Invito a partecipare]
Premio "Il Giardino di Babuk" VII Edizione 2021: le interviste agli autori
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Poesia della settimana

Questa poesia è proposta dal 11/01/2016 12:00:00
Pagina aperta 1882 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Tue Jun 15 19:59:00 UTC+0200 2021

petroleum is harmless #SaveAshrafFayadh

di Ashraf Fayadh (Biografia/notizie)

« indietro | versione per la stampa | invia ad un amico »
Invita un utente registrato a leggere la poesia della settimana »
# 3 commenti a questo testo: Leggi | Commenta questo testo »


 

“They accused me [of] atheism and spreading some destructive thoughts into society,” said Fayadh. He added that the book, Instructions Within, published in 2008, was “just about me being [a] Palestinian refugee … about cultural and philosophical issues. But the religious extremists explained it as destructive ideas against God.”

 

Fonte: theguardian.com

 

1

petroleum is harmless, except for the trace of poverty it leaves behind 

 

on that day, when the faces of those who discover another oil well go dark, 

when life is blown into your heart to extract more oil off your soul 

for public use.. 

That.. is.. the promise of oil, a true promise. 

 

the end.. 

 

2

it was said: settle there..

but some of you are enemies for all 

so leave it now

 

look up to yourselves from the bottom of the river; 

those of you on top should provide some pity for those underneath.. 

the displaced is helpless, 

like blood that no one wants to buy in the oil market! 

 

3

pardon me, forgive me

for not being able to pump more tears for you

for not mumbling your name in nostalgia. 

I directed my face at the warmth of your arms 

I got no love but you, you alone, and am the first of your seekers. 

 

4

night, 

you are inexperienced with Time

lacking rain drops

that could wash away all the remains of your past

and liberate you of what you had called piety..

of that heart.. capable of love, 

of play, 

and of intersecting with your obscene withdrawal from that flabby religion 

from that fake Tanzeel 

from gods that had lost their pride..

 

5

you burp, more than you used to.. 

as the bars bless their visitors 

with recitations and seductive dancers.. 

 

accompanied with the DJ 

you recite your hallucinations 

and speak your praise for these bodies swinging to the verses of exile.

 

6

he’s got no right to walk however 

or to swing however or to cry however. 

 

he’s got no right to open the window of his soul,

to renew his air, his waste, and his tears.. 

 

you too tend to forget that you are 

a piece of bread

 

7

on the day of banishment, they stand naked, 

while you swim in the rusty pipes of sewage, barefoot.. 

 

this could be healthy for the feet

 but not for earth 

 

prophets have retired

so do not wait for yours to come to you

 

and for you, 

for you the monitors bring their daily reports

and get their high salaries.. 

 

how important money is

for a life of dignity

 

9

my grandfather stands naked everyday, 

without banishment, without divine creation.. 

I have already been resuscitated without a godly blow in my image. 

I am the experience of hell on earth..

 

earth

is the hell prepared for refugees. 

 

10

your mute blood will not speak up 

as long as you pride yourself in death

as long as you keep announcing -secretly- that you have put your soul 

at the hands of those who do not know much.. 

 

losing your soul will cost time, 

much longer than what it takes to calm 

your eyes that have cried tears of oil 

 

 

Traduzione dall'arabo all'inglese di Mona Kareem

 

*

 

“Mi hanno accusato di ateismo e di contagiare la società con alcuni pensieri distruttivi ”,  ha detto Fayadh. Ha aggiunto che il libro, “Instructions Within”, pubblicato nel 2008, trattava “solo di me, dell’essere un rifugiato palestinese... di questioni culturali e filosofiche. Ma gli estremisti religiosi lo hanno interpretato come un insieme di perniciose idee contro Dio. ”

 

1

il petrolio è innocuo, escludendo la scia di povertà che si lascia dietro.

 

in quel giorno, quando le facce di quelli che scoprono un altro pozzo di petrolio diventano nere,

quando la vita viene fatta esplodere nel tuo cuore per estrarre altro petrolio dalla tua anima

per il consumo pubblico…

 

Quello (quel giorno) è la promessa del petrolio, una promessa certa.

 

fine…

 

2

fu detto: accomodati lì…

ma alcuni di voi sono nemici di tutto

lascia stare ora

 

guardati dal fondo del fiume,

quelli che stanno in cima dovrebbero provare un po’ di compassione per chi sta più in basso…

lo sfollato è inerme

come il sangue che nessuno vuole comprare al mercato del petrolio!

 

3

perdonami, scusami

di non essere capace di far sgorgare ancora più lacrime per te

per non biascicare con nostalgia il tuo nome.

ho orientato il mio volto verso il calore delle tue braccia

io non ho avuto amore ma tu, unicamente tu, e sono il primo dei tuoi profughi.

 

4

notte,

ti manca l’esperienza del Tempo

priva di gocce di pioggia

che possano lavar via ciò che rimane del tuo passato

e liberarti da quella che tu chiami pietà…

di quel cuore… capace d’amore,

di gioco,

e di avere punti in comune fra la tua oscena astinenza e quella flaccida religione

quel falso Tanzeel

quegli dei che persero la propria arroganza…

 

5

tu rutti, più di quanto sei abituato a fare…

come i tribunali benedicono i loro visitatori

con declamazioni e attraenti ballerini...

 

accompagnato dal DJ

reciti le tue allucinazioni

e tessi la lode di questi corpi

suonando sui versi dell’esule.

 

6

tuttavia, lui non ha alcun diritto di camminare

o suonare o piangere.

 

lui non ha alcun diritto di aprire la finestra della sua anima,

di cambiare la sua aria, i sui escrementi, e il suo pianto...

 

si è troppo occupati a dimenticare che tu sei un pezzo di pane

 

7

nel giorno dell’esilio, loro stanno in piedi nudi,

mentre si galleggia nell’arrugginito tubo di fogna,

e sono scalzi…

 

potrebbe essere buono per i piedi

ma non per la terra

 

i profeti sono andati in pensione

così non vedete l’ora che tornino

 

e su di te,

su di te i sorveglianti fanno i loro rapporti giornalieri

e ottengono stipendi da nababbo

 

quanto è importante il denaro

per una vita dignitosa

 

9

mio nonno si erge nudo tutti i giorni,

senza essere messo al bando, senza divina creazione...

sono sempre stato resuscitato senza un soffio di un dio a mia immagine.

io sono l'esperienza dell'inferno sulla terra...

 

la terra

è l'inferno previsto per i rifugiati.

 

10

il tuo sangue muto non parlerà più forte,

finché non sarai orgoglioso nella morte

finché non continuerai a proclamare - segretamente - che hai messo a rischio la tua anima

per mano di chi non conosce molto...

 

perdere la tua anima ti costerà tempo,

molto più di quello che serve a placare

i tuoi occhi che hanno pianto lacrime di petrolio

 

 

Traduzione dall'inglese all'italiano di Maria Musik

 

[ Da Instructions Within, Dar al-Farabi (Beirut, 2008), Ashraf Fayadh ] 

 

 


# 3 commenti a questo testo: Leggi | Commenta questo testo »