Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" - IV edizione (2018)
Leggi il bando di concorso | Raccolta Fondi
 

Collana di eBook a cura di Giuliano Brenna e Roberto Maggiani

« ultimo pubblicato prec » « suc primo pubblicato »

eBook n. 100 :: La casa di Gaia, di Fortuna Della Porta
LaRecherche.it [Romanzo]

Invia questo eBook al tuo Kindle o a quello di un amico »

Proponi questo libro ad uno o più lettori: invia il collegamento all'eBook
http://www.larecherche.it/librolibero_ebook.asp?Id=103

Formato PDF - 1 MByte
Scarica/apri/leggi [download] »
Aperto/scaricato 1422 volte



Downloads totali: 1423
Ultimo download:
16/10/2017 11:23:00
Data di pubblicazione:
07/02/2012 12:00:00
 
 

# 5 commenti a questo e-book [ scrivi il tuo commento ]

 Simone De Angelis - 24/02/2012 15:44:00 [ leggi altri commenti di Simone De Angelis » ]

Un romanzo che si legge voracemente, fitto di descrizioni e particolari che mi ha portato per qualche ora a risiedere nella casa di Gaia e "spiare" . Una storia d’amore, una famiglia semplice e umile, ma forte davanti alle vicissitudini, grazie alle donne della casa, le vere protagoniste. I miei complimenti vanno a Fortuna Della Porta che ha portato alla luce una storia del passato non troppo lontano che, anzi, si avvicina ancor più a noi grazie alla scrittura fluida e "incantatrice". Uno stimolo per ricercare le Gaia del passato di tutte le famiglie.

 Ilaria De Pascale - 23/02/2012 21:24:00 [ leggi altri commenti di Ilaria De Pascale » ]

Un viaggio talmente intenso e coinvolgente da farmi "sentire" questo racconto come se avessi fatto parte di questa famiglia apparentemente semplice, ma unita da uno speciale collante fatto di affetto incondizionato e di amara realtà. Un sincero plauso all’autrice, capace di trasmettere al suo pubblico emozioni e storie indelebili con una freschezza da vera artista.

 Aldo Carnevale - 21/02/2012 02:23:00 [ leggi altri commenti di Aldo Carnevale » ]

Ho letto il volume in tre serate. Scritto in Italiano efficace e lineare, mi ha veramente trasportato ed a tratti mi ha profondamente commosso. Un romanzo di altri tempi che dovrebbe apparire come "Must Read" per ogni giovane d’oggi che non ha avuto la fortuna e la sfortuna di vivere in tempi passati cosi` magistralmente narrati dall’autrice. I personaggi sono descritti a tutto tondo man mano che il libro si addentra in questa preziosa storia familiare. I personaggi di Gaia, Giovanni, il burbero ma buono bisnonno e la bisnonna, il poco apprezzato (ma in gamba) Ernesto si avvicendano a creare e disegnare gli orizzonti di tempi che non torneranno piu`.
Piu` solida di una quercia la carissima Amelia, il personaggio che mi ha rapito e che , secondo me, e` la colonna portante del libro.
Vorrei muovere un appunto, inteso non solo per l’autrice, ma per l’intera letteratura Italiana dei nostri tempi: Ho letto sentenze lunghissime, (come a pagina 11, 29 e 114) che mi hanno lasciato senza fiato ed una rilettura e` stata necessaria per ritrovare il filo di cio` che si intende dire. Ripeto, una caratteristica dell’Italiano dei nostri tempi, che diverge molto dalla mia cultura Nord Americana. Cio` nulla toglie al merito di Fortuna Della Porta che ha reso una storia che mi rimarra` dentro per qualche tempo.
Bravisssima.

Aldo Carnevale, Toronto, Canada.

 Mariagrazia Carraroli - 18/02/2012 10:17:00 [ leggi altri commenti di Mariagrazia Carraroli » ]

“ La casa di Gaia: una saga familiare vivace di agilissima lettura, una ricerca delle radici più genuine della propria storia, un tuffo, affettuosamente memore e grato, nel costume e nelle tradizioni della sua terra.

 Chiara Crescenzo - 16/02/2012 17:55:00 [ leggi altri commenti di Chiara Crescenzo » ]

La narrativa moderna cammina quasi sempre con le parole del giallo e del poliziesco. E poi, d’improvviso, compare una storia come questa, narrata in leggerezza, che ha i tratti del sentimento e del romanticismo. La narrazione ci riporta ad un tempo andato, quando la vita era misera e gli orizzonti angusti, con taglio che in qualche passaggio somiglia alla favola.
I personaggi e i paesaggi sono disegnati a colori intensi, quasi con affetto, come se, di fronte alla durezza –diversa ma altrettanto implacabile- della vita moderna ci sia un luogo per ciascuno di noi dove i sogni si avverano e durano.