Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" - V edizione (2019)
PUBBLICATA LA CLASSIFICA FINALE | e-book del Premio | Interviste ai vincitori
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 1530 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Fri Apr 19 19:56:36 UTC+0200 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Gouaches di Natale

di Giorgio Mancinelli
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 5 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 21/12/2011 10:09:41



Luci di Natale

Come ogni volta
la luce del mattino
accende di colori la mia stanza
e m'invita al sorriso.

Così come ogni inverno
la terra s'appresta nell'attesa
precoce
di una nuova primavera.

Come ogni volta
le stelle che illuminano la notte
s'accendono di una luce opaca
argentea.

Cosi come ogni volta
le orme sulla neve appena scesa
restituiscono il senso luminoso
dell'Attesa.

Come ogni bimbo
i doni sotto l’albero di Natale.


Natale per me

… e intorno luccichii di sfere e nastri colorati
odore di pini
arabeschi di neve
melate guance di bimbo.

Consumato stoppino d’una magra candela
volgo a pensieri a voglia d’allegrezza

… e intorno sfavillii
sorrisi festosi, dolci, parole
persone cariche di doni
un presepio arcano.

Intorno alberi spogli, infreddoliti
un raffreddore fastidioso e foglie al vento

… in fondo cosa mi manca per essere felice
forse l’ingenuità d’un tempo
cara mi resta la fantasia
a immaginare un Natale di sola poesia.


Capodanno

Coriandoli di neve
sputa in faccia a dicembre gennaio
il giorno precede l’avvento del giorno
la fine dell’anno
il giungere di un altro anno.

Così corre la vita tua Bartolomeo
come la mia sospinta dal vento
e dire che dovremmo essere tristi
che l’infanzia già passa
eppur ne ridiamo.

Ma cosa sono in fondo i giorni
questi anni che passano in fretta
ogni Capodanno
se non coriandoli di neve
sputati in faccia al destino.



da "Carte sparse e dimenticate" - (1956 -1976) - raccolta inedita


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 5 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Giorgio Mancinelli, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: ’fragile’ (Pubblicato il 17/04/2019 06:30:43 - visite: 31) »

:: Pasqua (Pubblicato il 10/04/2019 06:50:02 - visite: 30) »

:: Mantra - OM (Pubblicato il 09/04/2019 05:27:42 - visite: 31) »

:: ’flamen / soffio’ (Pubblicato il 01/04/2019 05:57:35 - visite: 70) »

:: ‘evocazioni’ (Pubblicato il 24/03/2019 11:38:36 - visite: 66) »

:: ‘canto corale’ (..a Edvard Munch) (Pubblicato il 16/03/2019 06:39:23 - visite: 74) »

:: ‘congiungimenti’ (Pubblicato il 05/03/2019 07:56:06 - visite: 80) »

:: ‘abbandono’ (Pubblicato il 26/02/2019 17:51:47 - visite: 76) »

:: ‘mare d’inverno’ (Pubblicato il 11/02/2019 16:16:13 - visite: 91) »

:: ’pari intervallo’ (Pubblicato il 08/02/2019 02:05:13 - visite: 97) »