Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
ANNIVERSARIO PROUST: 10 luglio 1871 - 10 luglio 2019
Una notte magica [ Magie e cunicoli spaziotemporali ], Aa. Vv.
Presentazione il 22 settembre 2019, ore 17 presso il Villaggio Cultura – Pentatonic
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

’LE STRENNE DI BABBO NATALE’ Musica, Libri, Eventi..

Argomento: Letteratura

di Giorgio Mancinelli
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti gli articoli dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 06/12/2014 08:51:30

“LE STRENNE DI BABBO NATALE” Musica, Libri, Eventi, Appuntamenti, Spettacoli, Mostre ed altro, tantissimo altro.

 

Se è vero che “la musica è il silenzio, allora tutte le note non fanno che incorniciare il silenzio” – avrebbe detto Miles Davis durante un’intervista, e lui di note sì che se ne intendeva. Lui che ha sempre rappresentato l’Avanguardia jazzistica e che non è stato ancora eguagliato da nessun altro. Lo dice il fatto che ancora oggi si clonano i suoi brani, il suo modo di suonare, il suo stile con ottimi risultati.

 

* Ecco qui di seguito selezionati due Masterpiece del grande trombettista con Gil Evans che voglio qui re-sottoporre all’attenzione degli appassionati di Jazz e non solo: Miles Davis ‘PORGY AND BESS’ dall'Opera di George Gershwin rimasterizzato dall’LP originale (Columbia 1958); e lo strepitoso ‘BIRTH OF THE COOL’ (Capitol 1989 che raccoglie anche brani del 1949/50) e che ha dato origine alla stagione mai conclusa del Cool-Jazz.

 

*Notevoli i due ‘cloni’ anche se con alcune rivisitazioni in chiave personalissima del nostro Paolo Fresu ormai salito all’apice internazionale: ‘KIND OF PORGY AND BESS’ (RCA VICTOR 2002), e ‘BIRTH OF THE COOL’ (2012) realizzato da Pannonica per il Banco di Sardegna. Paolo Fresu vi appare con un ensemble-jazz di ottimo livello strumentale. Alcuni dei brani in esso contenuti sono re-arrangiati da Gerry Mulligan, altri da Gil Evans, già collaboratore di Davis.

 

*** Acciò dunque, la musica altro non è che “.. un silenzio che sta anche intorno ai suoni, un silenzio che è ‘liquido amniotico’, dà vita e ne fa riconoscere e individuare il (suo) senso profondo. (..) Dunque, se il luogo (della musica) è puro spazio, il silenzio si fa ascoltare, ci accompagna e non ci lascia soli” – scrive Mario Brunello in ‘SILENZIO’ (Il Mulino 2014), ed ancor più lo dimostra nelle sue – ‘Sei suites a violoncello solo senza basso’ di J.S. Bach, Registrato all'Auditorium di Santa Cecilia (Brunello series EGEA 2010). Ed inoltre in – ‘Concerti per violoncello’ di A. Vivaldi (Brunello series EGEA 2009). Ne deriva che l’errata comprensione della musica è in generale la comprensione considerata giusta finché non si rivela la vera natura del suono e il ‘suono’, è scientificamente provato, non è nell’orecchio di tutti.

 

*** Tuttavia il ‘silenzio’ può diventare il luogo di una ricerca sonoro-musicale da non disdegnare, che ci restituisce a quella serenità contemplativa, oggi più che mai necessaria, per tornare a occuparci, in senso più ampio possibile, delle cose dello spirito, degli avvenimenti culturali, dell’amicizia come arte dell’incontro, della buona lettura fatta all’aria aperta, o davanti al caminetto acceso a rinvigorire il ‘ceppo’ “..con le quattro capriole di fumo del focolare”, tanto per dirla col nostro sempre vivo poeta Giuseppe Ungaretti “VITA D’UN UOMO” - Tutte le Poesie (Meridiani - Mondadori 2009).

 

Chissà che non arrivi Babbo Natale a portare i suoi bei doni, con quell’aria spruzzata di neve che pure riempie l’aria di tanta bellezza e parla una lingua che tutti noi di larecherche.it conosciamo bene, che è quella dei ‘luoghi della scrittura’ ma anche ‘della lettura’ cui non riusciamo ad esimerci ad ogni occorrenza, che sia letteratura o narrativa, o maggiormente di quella ‘poesia’ che ci affama o ci riscalda il cuore a seconda dei casi. Ebbene Babbo Natale sta per arrivare e nel suo sacco oltre ai CD musicali, ci sono moltissime novità librarie da non trascurare e tutte, come si sa, a buon mercato.

 

*** Incominciamo dai più piccoli con l’annuncio di un nuovo libro di fiabe per tutte le età, illustrate da autori piceni dal titolo “FA’VOLA’ e Il MARE’ (Ediz. I Luoghi della Scrittura 2014); nonché la riedizione di un classico della fiaba moderna di L.Frank Baum ‘IL MAGO DI OZ’ (RCS Libri 2004) nell’edizione integrale con le illustrazioni originali di Lucia Salemi. Per le Edizioni Corsare c’è pronta la ristampa di ‘PETER PAN’ (2012) di James M. Barrie per l’adattamento e le illustrazioni ‘straordinarie’ di Paolo Ghirardi, grafico dal segno attento ed acuto, pittore nonché illustratore raffinato ed elegante di grande inventiva creativa.

 

** Da vedere a teatro sottolineo la ‘Compagnia Piccoli Per Caso’ la prima compagnia italiana composta da bambini professionisti in scena al Teatro Ghione dal 10 Febbraio al 1 Marzo, con ‘PICCOLI RAGAZZI’ per la regia di Guido Governale e Veruska Rossi, dopo il successo riportato da ‘CUOREDINEVE’ andato in scena dal 18 al 30 Novembre scorso. Una fiaba che tocca i temi della comprensione, accettazione e della ‘missione’ che ognuno ha nella vita che si conclude con la nascita di un’amicizia davvero speciale.

 

** National Geographic Italia si mette in mostra con “FOOD, IL FUTURO DEL CIBO” al Palazzo delle Esposizioni di Roma dal 18 Novembre 2014 al 1 marzo 2015. “Come l'aria, come l'acqua, il cibo è vita. Il cibo è connessione, il cibo è celebrazione, sostentamento. Ma soprattutto, nel 21° Secolo, il cibo è una sfida globale. Una sfida che entro il 2050 riguarderà 9 miliardi di persone. Come nutrire tutti in modo sostenibile per il pianeta? Di pari passo con l'aumento della popolazione umana aumentano i nostri bisogni, e le aspettative. Oggi centinaia di milioni di persone soffrono di malnutrizione e di "insicurezza alimentare", mentre quasi 1 miliardo e mezzo di persone sono obese o sovrappeso. National Geographic esplora e analizza tutti gli aspetti di questa grande, e immane, sfida con una serie di articoli e con una grande mostra, Food, il futuro del cibo, al Palazzo delle Esposizioni di Roma dal 18 novembre 2014. La mostra sarà composta da oltre 90 fotografie scattate in tutto il mondo dai migliori professionisti del magazine e da una serie di grafici e testi che gettano luce sulle diverse problematiche legate al futuro del cibo: l'impatto dell'agricoltura e dell'allevamento di bestiame sulle acque, sul clima, sul territorio, sulle foreste, l'incremento esponenziale dell'acquacoltura, ma anche lo spreco alimentare e il nuovo volto della fame, così come la prossima rivoluzione verde. Esploreremo le possibili soluzioni e la centralità del cibo nelle diverse comunità allo scopo di promuovere consapevolezza collettiva a tutti i livelli, dalle case alle scuole, ai consigli di amministrazione e oltre. Perché ciascuno di noi, nel suo piccolo, può contribuire e fare la differenza.” (presentazione di Marina Conti, capo redattore National Geographic Italia).

 

** A Milano - Museo di Storia Naturale: “FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO” da venerdì 28 Novembre fino al 28 Giugno 2015. La mostra affronta il tema del cibo scientificamente ma, al tempo stesso, con una forte componente ludico-gastronomica in grado di conquistare i visitatori di tutte le età, e si snoda tra scenografiche immagini al microscopio, video didattici e giochi interattivi. “Food è la mostra ideale per anticipare, cinque mesi prima del suo avvio, i temi dell’Esposizione Universale che Milano ospiterà da maggio a ottobre 2015 – ha dichiarato l’assessore alla Cultura Filippo Del Corno –. Un modo per entrare nel mondo del cibo, delle sue origini, delle sue forme, delle sue ragioni, delle sue frontiere; e per creare fin d’ora quel clima di attenzione e interesse, ma anche di festa e divertimento, in cui Expo 2015 a breve ci trascinerà tutti, milanesi e visitatori. Una mostra che si avvale di un apparato scientifico-divulgativo di grande autorevolezza ma al tempo stesso stupisce, appassiona, diverte: un approccio dedicato a tutta la famiglia e pensato tanto per gli adulti che per i ragazzi, con esperimenti di fisica e laboratori per i bambini, che ben rappresenta la scelta di politica culturale che negli ultimi anni sta sempre più orientando l’attività del Museo di Storia Naturale che la ospita”. Il progetto scientifico di FOOD | la scienza dai semi al piatto è curato dal chimico Dario Bressanini, docente presso L’Università dell’Insubria, divulgatore scientifico e collaboratore di varie testate giornalistiche dedicate all’esplorazione scientifica del cibo e della gastronomia. Adottando lo stesso approccio divulgativo, la mostra affronta il complesso tema del cibo con metodologia scientifica: i singoli elementi che arrivano ogni giorno nei nostri piatti vengono “sezionati” negli elementi principali e poi analizzati nel dettaglio. Un percorso che si snoda tra scenografiche immagini al microscopio, video didattici e giochi interattivi, accompagnando il visitatore in un viaggio che, partendo dal seme, dove tutto inizia, arriverà fin dentro al piatto finito. Quattro le sezioni in cui è suddiviso il percorso di mostra sono dedicate a: 1. Tutto nasce dai semi / 2. Il viaggio e l’evoluzione degli alimenti / 3. La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene / 4. I sensi. Non solo gusto.

 

*** Passiamo quindi alla letteratura vera e propria con l’e-book ‘gratuito’ offerto ai lettori da larecherche.it dal titolo “Malinconico Oscuro” di Emilio Capaccio, un’antologia poetica di autori più o meno conosciuti dell’America Latina le cui scelte offrono qui il più ampio panorama possibile, poetico e letterario, con la pretesa di trasmettere a un pubblico più vasto di lettori, le ‘voci’ dei molti poeti che hanno contribuito a formare quello che comunemente chiamiamo ‘lo spirito del tempo’, rivisitato e rivitalizzato dal ‘traduttore’ che abbiamo già avuto modo di apprezzare in altri lavori presenti su questo stesso sito in veste di poeta e narratore di pregio. Come nel titolo “Malinconico oscuro” l’autore, non a caso, sottolinea quella che poi è la tematica di fondo di tutta la raccolta, segnata dalla ‘malinconia’ distintiva della poesia sudamericana, e dall’ ‘oscurità’, cioè l’essere ‘umbratile’ tipica dell’espressione attitudinale di quasi tutta la poesia popolare, che trova riparo nella solitudine, nella pace del silenzio e dalle facili comprensioni.

 

**** Va ricordato inoltre che larecherche.it – Proust en Italie e Associazione Gli Amici di Marcel Proust ha bandito la prima edizione del ‘concorso’ letterario la cui partecipazione è completamente ‘gratuita’ “Il Giardino di Babuk” per opere inedite, I edizione anno 2015 (scadenza 1 marzo 2015, ore 24:00): Sezione A: Poesia | Sezione B: Narrativa, la cui premiazione avverrà in data 22 marzo 2015. il cui bando è scaricabile direttamente sul sito premio@larecherche.it

 

**** Blofoolk Magazine www.blogfoolk.com ha posto on-line il numero 180 del 3 Dicembre 2014 contenente “Storie, Suoni e Visioni sulle Strade del Folk”, un ampio panorama sui movimenti e le novità della musica in Italia e non solo. Inoltrre, la possibilità di scaricare il volume antologico "Viaggio In Italia" curato da Ciro De Rosa e Salvatore Esposito direttamente dal sito www.squilibri.it.

 

*** Ma torniamo ai libri, e questa volta alla saggistica (per adulti), InSchibboleth Edizioni propone alcune delle opere di recente pubblicazione di Emmanuel Levinas “PAUL CELAN DALL’ESSERE ALL’ALTRO” Collana Point d’orgue 2014, con una introduzione di Henry Michaux seguito da un saggio di Danielle Cohen-Levinas e i disegni di Alexandre Hollan per la traduzione e cura di Giuseppe Pintus: “Non vedo differenza, scrive Paul Celan a Hans Bender, tra una stretta di mano e un poema. Ecco il poema: linguaggio compiuto, ricondotto al livello di una interiezione, di un’espressione così poco articolata come una strizzata d’occhio, come un segno dato al prossimo! Segno di che? Di vita? Di benevolenza? Di complicità? O segno di nulla, o di complicità per nulla: dire senza detto. O segno che è il suo stesso significato: il soggetto dà segno di questa donazione di segno al punto di farsi interamente segno. Comunicazione elementare e senza rivelazione, infanzia balbettante del discorso, inserimento maldestro nella famosa lingua che parla, nel famoso die Sprache spricht, ingresso da mendicante nella dimora dell’essere.” (dalla quarta di copertina).

 

***Ancora di Emmanuel Levinas “LIBERTÀ E COMANDAMENTO” Collana Point d’orgue 2014, per la traduzione italiana e cura di Giuseppe Pintus. La presente edizione costituisce la traduzione di quella pubblicata dall’editore Fata Morgana nel 1994 e contiene: il saggio ‘Libertà e comandamento’, la conferenza ‘Trascendenza ed altezza con la sua discussione’, ed infine la corrispondenza che è seguita a questa conferenza. Entrambi reperibili in internet: http://www.inschibbolethedizioni.com/ e nelle migliori librerie.

 

*** La poesia è qui rappresentata dal libro di Luca Pizzolito, “UNA DISPERATA TENEREZZA”, vincitore del XXXV Premio Letterario Premio ‘Città di Moncalieri’ 2014 edito da Giuliano Ladolfi Editore. “Il soffio della poesia, nell'architettura scritturale di Luca Pizzolitto, è costantemente presente. È un soffio che scorre lieve tra parola e parola per poi sollevarsi in un canto a bassa voce, ma sicuro, nella certezza di significare ‘il fiore sacro della vita’. www.LadolfiEditore.it

 

*** La Case Book, ci propone un e-book e audiolibro sulla vera storia di Nerone, l'imperatore poeta “NERONE, UN VISIONARIO AL POTERE” di Richard J. Samuelson, 2014. “Nerone è uno degli imperatori romani più noti al grande pubblico. Accusato di essere il responsabile del grande incendio che devastò Roma nel 64 dC, nel corso dei secoli è diventato uno dei personaggi più negativi della storia: assassino sanguinario, esteta volubile, uomo assetato di potere, schiavo delle passioni... gli storici cristiani lo consideravano l’Anticristo.Ma cosa sappiamo davvero di Nerone oggi al di là degli stereotipi? Sono molti gli storici che hanno riabilitato la figura dell’imperatore poeta, un uomo di enorme cultura e che, nonostante la vulgata popolare, si dimostrò anche un buon capo di stato. Di sicuro fu un visionario, un anticonformista capace di andare al di là degli schemi e che cambiò in modo radicale il modo di intendere e di esercitare il potere. Imperatore spietato? Senza dubbio, ma questa era la norma a Roma. Personalità eccezionale? Sicuramente. Samuelson ci conduce in un viaggio tra le pieghe della storia alla ricerca del vero Nerone, poeta imperatore suo malgrado, protagonista di una vita da romanzo. (dalle note dio presentazione).

 

*** La Redazione di @aphorism.it è lieta di annunciare l'ultima uscita libraria in ordine di tempo della collana ‘I destrieri di Aphorism’ edita da Lettere Animate: “PARTITA DOPPIA” di Maurilio Riva. Un ‘ultimo libro’ in ordine cronologico e in senso definitivo, perché dopo due anni di partnership le strade di Aphorism e Lettere Animate si separano. Noi resteremo sempre al fianco degli autori, della collana e non, per sostenerli nel complesso mondo dell'editoria, spesso pieno di insidie per chi ha il grande sogno di pubblicare un libro. Siamo inoltre lieti di annunciare anche l'uscita del nuovo libro di un autore storico di Aphorism, al quale siamo particolarmente affezionati: stiamo parlando di Attilio Del Giudice con “SENTIMENTO E RISENTIMENTO”, ma prima dei saluti, come sempre vi presentiamo gli ultimi libri dei nostri autori che abbiamo archiviato sul sito nelle scorse settimane: “Calipso” di Manuel Paolino, “Lei usa la rete io l'amo” di Vittorio Salvati, “L'amore è un terno (che ti lascia) secco” di Guido Rojetti, “Gli occhi interiori” di Leonardo Manetti, “L'ultimo naufragio del generale” di Giuseppe De Renzi,” Il viandante e il divoratore di falene” di Giuseppe Marino. Buone scritture e a rileggerci!

 

** “PIÙ LIBRI PIÙ LIBERI” che si svolge a Roma al Palazzo delle Esposizioni all’Eur da giovedì 4 a lunedì 8 ospita ancora una volta la Manni Editore allo stand E12, con le presentazioni di molti titolio che hanno arricchito il già fruttuoso catalogo editoriale. Qui di seguito in cadenza calendariale le presentazioni: Sabato h 17 - Sala Turchese Marco Debenedetti, “NOTIZIE DALL'ISOLA DI EUFROSINE” con l'autore intervengono Valeria Della Valle e Tobia Zevi. Lunedì h 13 - Sala Rubino Lidia Menapace, “IO, PARTIGIANA. LA MIA RESISTENZA” con l'intervento di Carlo D'Amicis. Inoltre, saranno presentate le seguenti novità librarie:

 

*** Valerio Magrelli “LA LINGUA RESTAURATA E UNA POLEMICA: OTTO SONETTI A LONDRA”. Ibridazione, incrocio di generi e la più ampia, sperimentale libertà espressiva sono i caratteri essenziali di quello che potrebbe definirsi un “libro-ornitorinco”, usando un termine coniato dal musicista Carlo Boccadoro per la terza raccolta poetica di Valerio Magrelli. L’occasione è l’impatto con dodici luoghi esplorati in un breve soggiorno londinese, cui segue un’accesa discussione politica (sotto forma di dialogo tra le figure immaginarie di Machiavelli e del Tenerissimo) sulle magnifiche sorti italiane, dalla disoccupazione giovanile alla fuga dei cervelli. Dopo le invettive, una scommessa: raccontare la storia sentimentale di un restauro, per l’esattezza quello di un dipinto del Settecento, visto attraverso le mail della sorella dell’autore, restauratrice, e di uno storico dell’arte, chiamati a illustrare il processo tecnico cui sottoporre la tela. Il tutto grazie a otto sonetti di Magrelli, quattro dei quali composti in inglese. Una piccola traduzione da Adam Elgar chiude questo volume di essenze e sostanze solo in apparenza diverse.

 

*** Trotula de’ Ruggiero “L’ARMONIA DELLE DONNE” Un trattato medievale di cosmesi con consigli pratici sul trucco e la cura del corpo, con interventi di Eva Cantarella e Andrea Vitali. “De ornatu mulierum, qui tradotto e presentato con testo a fronte, è il primo manuale di cosmesi del mondo occidentale. A scriverlo è Trotula de’ Ruggiero, allieva e poi magistra, nel secolo XI, presso la Scuola Medica Salernitana, autrice anche del De passionibus mulierum in, ante et post partum, trattato di ostetricia e ginecologia che ebbe grande autorità e fortuna per tutto il Medioevo. In “L’armonia delle donne” Trotula dà indicazioni su come conservare e migliorare la bellezza femminile attraverso la preparazione di creme e infusi naturali. Oltre ad insegnamenti sul trucco, suggerisce come eliminare le rughe, il gonfiore dal volto, le borse sotto gli occhi, i peli superflui, come donare candore alla pelle, nascondere lentiggini e impurità, lavare i denti ed eliminare l’alitosi, e ancora tingere i capelli, curare screpolature di labbra e gengive, e anche “ut virgo putetur que corrupta fuit”, ossia come, con le erbe, riacquistare la verginità. La cura estetica non rappresenta un aspetto frivolo, anzi: la bellezza di una donna ha a che fare con la filosofia della natura cui si ispira l’arte medica del tempo, ed è il segno di un corpo sano in armonia con l’universo”. In Appendice le piante officinali citate da Trotula: ancora oggi si trovano nelle campagne e in erboristeria.

 

*** Marco Debenedetti è presente con il romanzo “NOTIZIE DALL’ISOLA DI EUFROSINE”. L’isola di Eufrosine è immersa in una quiete e in un’armonia eccezionali: salda nelle istituzioni, prospera nell’economia, con un alto tasso di felicità e benessere degli abitanti. Ma in una tiepida mattina di ottobre approda sulle sue coste Timoteo Crisostomo, una sorta di Messia venuto da lontano che parla di religione e di Dio, impartisce precetti morali e dogmi teologici, e la sua predicazione trova un’eco segreta nel cuore degli eufrosinoti. Inspiegabilmente, improvvisamente, la perfetta struttura sociale del Paese vacilla. Lo Straniero semina il germe dell’invidia e del sospetto, sobilla il popolo, lo porta ad una rivolta che rovescia il governo e si conclude con la distruzione dell’isola. Un narratore onnisciente racconta minuziosamente la storia di questo luogo mitico con un linguaggio raffinato e coinvolgente che mima anche la cronaca e il reportage. È un romanzo allegorico avvincente ed elegante, ricco di allusioni alle vicende italiane, viste con sguardo ironico e disilluso. È una riflessione sul potere, sulla natura degli esseri umani, che parte dall’Utopia e arriva al Disincanto.

 

*** Una chicca davvero assoluta per i nostri lettori è qui rappresentata dall’antologia poetica di Antonio Prete che in “L’OSPITALITÀ DELLA LINGUA” ospita numerosi poeti a noi cari con traduzioni e testo a fronte di “Baudelaire, Rimbaud, Mallarmé, Valéry, Rilke, Celan, Machado, Bonnefoy e altri. Tradurre è accogliere un ospite nella casa della propria lingua, ed è anche preservare, e talvolta ravvivare, timbri, forme, modi espressivi e ritmi del poeta che si traduce. Una sfida e un azzardo, e allo stesso tempo esercizio, dolce e arduo, di poesia. Antonio Prete porta nella sua lingua alcuni celebri poeti con i quali si è intrattenuto in un dialogo assiduo e qualche volta quotidiano. Con testo originale a fronte sono raccolte traduzioni di Labé, Ronsard, Baudelaire, Rimbaud, Mallarmé, Verlaine, Dickinson, Valéry, Rilke, Celan, Pessoa, Machado, Neruda, Alberti, Jouve, Char, Jabès, Valente, Bonnefoy. Sono infine resi in versi italiani cinque canti d’amore della tradizione salentina in grìco. Questa nuova edizione, rispetto alla precedente del 1996, raccoglie nuovi testi e nuovi autori, e rinnova alcune traduzioni. Poiché tradurre è essere in cammino verso un’impossibile traduzione perfetta.

 

*** In ultimo ma non ultimo in ordine di uscita è Andrea Tarabbia con il suo “LA BUONA MORTE: Viaggio nell’eutanasia in Italia” che, partendo dal dibattito sul caso Englaro, nel 2008, alcuni intellettuali stendono il proprio testamento biologico. “Io ho trent’anni e ho paura della morte. Ho paura della malattia, della non autosufficienza, della sporcizia”, scrive Andrea Tarabbia nel proprio. E racconta, in questo libro, della vita di suo nonno dopo un ictus; dell’incontro con il presidente di Exit, che aiuta gli italiani che fanno richiesta di morte volontaria assistita in Svizzera; parla con Mina Welby di eutanasia clandestina e di leggi, e con padre (?), favorevole alla “buona morte”, del potere ecclesiale. Accompagnano questo viaggio i libri e gli autori che hanno scavato nel rapporto che c’è tra la letteratura e la fine della vita. Chiesa, morte, tecnica, libertà, dolore, medicina, autodeterminazione (del malato), identità, diritto di proprietà del proprio corpo, infine giustificazione: sono i poli attorno cui ruota questo reportage narrativo, delicato eppure intransigente, su uno dei temi più scottanti e attuali del nostro Paese. info@mannieditori.it

 

*** Se anche voi non avete ancora sentito parlare di Autodafé Edizioni la scopriamo insieme è una piccola casa editrice di narrativa italiana, artigianale e di qualità. Le opere pubblicate da Autodafé vogliono aiutare la comprensione e la riflessione intorno alla realtà sociale dell’Italia contemporanea. Autodafé cerca e promuove nuovi talenti, dando spazio ad autori e opere che non hanno ancora acquisito la meritata visibilità nel panorama letterario italiano. La scelta è così ricaduta su “LA BICICLETTA VOLANTE” di Fabio Giallombardo – Autodafé Edizioni 2014 per la tematica di grande attualità : “Una lettera d’amore di Gaspare Traina al proprio figlio Salvatore apre un baratro sulla storia italiana degli ultimi venti anni, sugli intrecci tra mafia e politica, sul rapporto fra il riciclaggio del denaro e gli affari nella sanità. Una lettera che diventa il racconto di una saga familiare intrisa di passione e paura, di disperazione e gioia di vivere, dove la primitiva semplicità del gioco del calcio si fa metafora di un’utopia possibile, di uno slancio vitale attraverso cui tentare di sfuggire a un sistema tentacolare”. http://www.autodafe-edizioni.com/

 

**** Concorso Letterario “STORIE FANTASTICHE” – È aperta ufficialmente la Terza Edizione del nostro Concorso Letterario Nazionale “Storie Fantastiche” organizzato dall’associazione ludico-culturale “The Game’s Rebels” con il Patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Castel Rozzone (BG) con un nuovo bando e soprattutto un nuovo tema per tutti i vostri racconti di genere fantastico. Con il termine ‘fantastico’ si considerano tutti quei generi che nella storia della letteratura si sono basati sulla rappresentazione di elementi e situazioni immaginarie che esulano dall’esperienza quotidiana o ancora straordinarie che si ritiene che non si verifichino nella realtà comunemente sperimentata. Elementi che possono definire una situazione fantastica sono l’intervento del soprannaturale, del meraviglioso, del magico o di invenzioni tecnologiche futuribili. All’interno del vasto ambito del fantastico si possono raggruppare un’ampia schiera di generi differenti, tra i quali l’horror, la fantascienza, il fantasy, lo steampunk, il gotico, il giallo e altro ancora. Dopo il successo della prima e della seconda edizione abbiamo deciso di mantenere una sezione speciale dedicata alle scuole Medie e Superiori. Nelle due scorse edizioni più di 600 racconti ci hanno deliziato, hanno permesso a noi di conoscervi e di sognare sulle ali che la vostra fantasia ci ha messo e speriamo che anche quest’anno vogliate raccogliere la sfida che vi proponiamo. Scrivete le vostre parole, fate correre la vostra fantasia, lasciatevi rapire dal genere fantastico e dal tema che voi stessi avete contribuito a scegliere: ‘La Frontiera’: Bando Concorso Letterario Storie Fantastiche Terza Edizione da scaricare sul sito: concorsostoriefantastiche@gamesrebels.it

(continua)


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Giorgio Mancinelli, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia pe la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Giorgio Mancinelli, nella sezione Articolo, ha pubblicato anche:

:: [ Poesia ] ’Arcana memoria dell’acqua’ - premio ’Opera Prima’ (Pubblicato il 25/06/2019 22:16:41 - visite: 93) »

:: [ Musica ] Woodstock ’69 - Ernesto Assante (Pubblicato il 19/06/2019 05:24:45 - visite: 68) »

:: [ Arte ] Grazie Maestro - mostra-evento su Modigliani (Pubblicato il 07/06/2019 17:40:18 - visite: 69) »

:: [ Poesia ] Presenze di Poesia a Sesto San Giovanni (Pubblicato il 24/05/2019 15:05:51 - visite: 69) »

:: [ Cultura ] Nuovi spazi per la Cultura. (Pubblicato il 16/05/2019 06:29:01 - visite: 66) »

:: [ Cinema ] Il cinema che aspettiamo di vedere. (Pubblicato il 10/05/2019 04:52:03 - visite: 83) »

:: [ Scienza ] Mind l’interazione sociale e i cervelli sincronizzati. (Pubblicato il 26/04/2019 05:44:27 - visite: 71) »

:: [ Letteratura ] Napoli: quando la Storia fa Spettacolo (Pubblicato il 25/04/2019 05:01:44 - visite: 79) »

:: [ Società ] Bla, bla, bla … Tra menzogna e irrealtà. (Pubblicato il 28/03/2019 10:06:22 - visite: 136) »

:: [ Musica ] Popsound Press (Pubblicato il 26/03/2019 18:20:22 - visite: 100) »