Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" - V edizione (2019)
PUBBLICATA LA CLASSIFICA FINALE | e-book del Premio | Interviste ai vincitori
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 1482 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Thu Apr 4 00:25:14 UTC+0200 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Oltre il mito degli occhi

di cristina bizzarri
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 9 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 17/06/2012 11:10:32

Ammicca il telo azzurro schermando
il vento e la calura.
Balcone stretto di gerani rosa
e piante grasse addensa vita
in rifrangenze di pensieri.
Spiccano alati il salto
fin dove la gobba del Conero
dormiente, aspro cespuglio,
assopisce il mare.
Entravi nella gialla chioma
di ginestre, lumi accesi
sul sentiero d’ombra -
effimera sosta in cima alla salita
il tuo ansimare.
Discesa in fila indiana,
ombre tardive a serpeggiare
nel fiato della terra.
Fluttuano nell’aria ancora
gli aromi della sera.
Sfuma dietro lo schermo
inesistente
la punta scura della chiesa
in minareto, e torre  inespugnata
nella luce appare.
Plana lo sguardo oltre
la labile misura delle cose.



« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 9 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

cristina bizzarri, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: L’intimità delle conchiglie (Pubblicato il 18/04/2019 16:01:15 - visite: 21) »

:: Ragazzi succhiavano il sole (Pubblicato il 28/03/2019 09:35:15 - visite: 83) »

:: Curriculum 2 (Pubblicato il 25/03/2019 10:15:05 - visite: 99) »

:: Ti basti una tana nel vento (Pubblicato il 13/01/2019 15:47:10 - visite: 104) »

:: In trasparenza attraversati (Pubblicato il 07/01/2019 20:10:42 - visite: 145) »

:: Che strana cosa il mondo, amore del mio soffio (Pubblicato il 07/12/2018 20:26:59 - visite: 211) »

:: Cuore di silenzio (Pubblicato il 02/11/2018 10:07:21 - visite: 165) »

:: Mentre ragazzi (Pubblicato il 27/10/2018 19:11:32 - visite: 154) »

:: In mezzo al corpo (Pubblicato il 21/09/2018 17:46:10 - visite: 179) »

:: Curriculum (Pubblicato il 14/09/2018 09:52:22 - visite: 224) »