Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" - V edizione (2019) | PARTECIPA
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Pensieri
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 219 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Wed Oct 17 05:22:21 UTC+0200 2018
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Un Pensiero tanto per ...

di Elsa Paradiso
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti i pensieri dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 29/11/2017 11:07:01

Il GRANDE MISTERO non è che il più lapalissiano dei rompicapi. Forse deluderà … come un film giallo che ha squinternato con problematici percorsi sospettabili insospettabili … e poi alla fine tocca al maggiordomo l’onere di essere colpevole.

Non c’è un Dio da scoprire solo un dato di fatto che non ha inizio, né fine.

Inconcepibile  quindi per chi invece ha inizio e fine.

Siamo energia e materia in uno stato in perenne movimento di qualsiasi movimento e trasformazione si tratti.

Ogni DATO è munito di sostanza, forma, energia … che si combinano, scombinano, e anche s’incontrano!

Tra tutte queste energie c’è quella che la nostra VESTE usa chiamare VITA/ESISTENZA.

L’energia che conteniamo, una volta che il corpo cede … emigra … per intrufolarsi in un altro

DATO-MATERIA.

Fino a consumarsi o a trasformarsi.

Non so se a tutto questo c’è almeno una spiegazione scientifica, razionale. Quella che usualmente usiamo definire VERITA’/REALTA’ … che poi quest’ultima non è solo scientifica.

Potrei concludere questo mio pensiero con un “Tutto qui” … se non fosse che esistono i SENTIMENTI a  logorare deliziare i gli autodefiniti UMANI con qualche lascito anche per gli ANIMALI.   

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Elsa Paradiso, nella sezione Pensieri, ha pubblicato anche:

:: In vista dei mondiali (Pubblicato il 16/04/2018 08:18:41 - visite: 321) »

:: Scrivere una Poesia (Pubblicato il 28/03/2018 09:39:44 - visite: 181) »

:: È uno – Stato - questo? (Pubblicato il 02/01/2016 08:30:44 - visite: 503) »

:: Invece Io (Pubblicato il 02/08/2015 09:28:27 - visite: 559) »

:: About Il nulla (Pubblicato il 17/07/2015 08:48:03 - visite: 463) »

:: Sogno e Ragione (Pubblicato il 04/07/2015 08:25:57 - visite: 421) »

:: Parlare italiano (Pubblicato il 30/06/2015 08:15:15 - visite: 490) »

:: Ma chi lo dice che i giorni muoiono? (Pubblicato il 07/06/2015 18:54:00 - visite: 410) »

:: Pensierame sul voto (Pubblicato il 31/05/2015 09:00:47 - visite: 435) »

:: A proposio di Dio ... (Pubblicato il 11/05/2015 08:20:58 - visite: 381) »