Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
ANTOLOGIA PROUSTIANA 2019: UNA NOTTE MAGICA | partecipa
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie"
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 913 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sat May 4 05:15:23 UTC+0200 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Délire et Passion - tango à la Française

di Giorgio Mancinelli
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 05/08/2013 19:11:44

Délire et Passion - tango à la Française


Les lumières il alluma dans le soir quand
Paris devient Paris
le conte de l'incroyable amour
amant et bien-aimée ivre de lumière mystérieuse
la ville unique au monde où l'amour
il est fait pour l'amour…

Oh, les ponts sur la Seine
pas tous savent quelles merveilles se cachent
il est ici où ils les tressent les amours
et combien d'histoires il raconte l'eau qui coule
combien de mots d'amour portent les vingt d'été
et combien d'âmes vous trouvent consolation, combien...

Il est sous les ponts qui se déchaînent les passions
avec ses rites et ses plaisirs au bon marché
où les bien-aimé se couchent la nuit
dans le vide candeur de l'irréalité
où même le couler du fleuve se tait
dans l'intimité des mots de qui il aime…

Oh, Paris lumière du silence
des anges tombés, des poètes damnés
des chants qui se réveillent enlevée par la profondeur
quand le spleen s'empare d'eux
inquiets
quand les mots se font tranchants…

Non, nessun'altra ville est ainsi
votée à la possession
à la jalousie, au vertigine, au délire
comme cette ville
où même les mots
elles sont prononcées avec de la sensualité…

Est-ce que nous dansons? - la danseuse du groupe demande
de tangérois qu'à le son d'une musétte
ils tiennent celle qui peut être la preuve d'une milonga
en l'enlaçant sur le quai Trocadero
en frottant le propre corps
contre ce d'un ‘hombre sombre’ …

Pour puis se quitter mener dans l'effusion
imperturbable d'un tango
intense et morbide comme faire à l'amour
dans le moment unique dans lequel
le plaisir du corps et ce de l'âme
ils trouvent un instant de vérité…

Une invitation à la vie
le direct je compare à afficher à la mort
que les mots renferment
d'ici la lumière de la nuit
quand Paris devient Paris
le conte sublime de chaque rencontre ...
. . .

..quand tout le reste se tait.


Délirio e Passione - tango à la Française

 

Le luci accese nella sera quando
Parigi diventa Parigi
il racconto di un incredibile amore
amante e amata ebbra di luce arcana
l’unica città al mondo dove l’amore
è fatto per l’amore…

Oh, i ponti sulla Senna
non tutti sanno quali meraviglie celano
è qui dove s’intessono gli amori
e quante storie racconta l’acqua che scorre
quante parole d’amore portano i venti d’estate
e quante anime vi trovano consolazione, quante...

È lungo i quai che si scatenano gli amori
coi suoi riti e i suoi piaceri a buon mercato
dove gli innamorati si adagiano la notte
nel vuoto candore dell’irrealtà
dove finanche lo scorrere del fiume tace
nell’intimità delle parole di chi si ama…

Oh, Parigi ‘lumière du silence’
degli angeli caduti, dei poeti dannati
dei canti che si destano dal profondo rapiti
quando lo spleen s’impossessa

dei loro cuori inquieti
quando le parole si fanno taglienti…

No, nessun’altra città è così
votata alla passione
alla gelosia, alla vertigine, al delirio
come questa città
dove finanche le parole
hanno il sapore della sensualità…

Balliamo? – chiede la ballerina del gruppo
di tangérois che al suono di una musétte
tengono quella che dev’essere la prova di una milonga
sul quai Trocadero strofinando il proprio corpo
contro quello di un hombre scuro
abbracciandolo…

Per poi lasciarsi condurre nell’effusione
imperturbabile di un tango
intenso e appassionato come fare all’amore
nell’unico momento in cui
il piacere del corpo e quello dell’anima
trovano un attimo di verità…

Un invito alla vita
il diretto confronto da ostentare alla morte
che le parole racchiudono
entro la luce della notte
quando Parigi diventa Parigi
il racconto sublime d’ogni incontro…
. . .
..quando tutto il resto tace.

 

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Giorgio Mancinelli, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: ’fragile’ / 2 (Pubblicato il 14/05/2019 07:15:15 - visite: 21) »

:: ‘rimembranze’ (Pubblicato il 10/05/2019 05:43:06 - visite: 29) »

:: ’emanazioni’ (Pubblicato il 25/04/2019 12:24:32 - visite: 31) »

:: ’fragile’ (Pubblicato il 17/04/2019 06:30:43 - visite: 53) »

:: Pasqua (Pubblicato il 10/04/2019 06:50:02 - visite: 49) »

:: Mantra - OM (Pubblicato il 09/04/2019 05:27:42 - visite: 45) »

:: ’flamen / soffio’ (Pubblicato il 01/04/2019 05:57:35 - visite: 85) »

:: ‘evocazioni’ (Pubblicato il 24/03/2019 11:38:36 - visite: 82) »

:: ‘canto corale’ (..a Edvard Munch) (Pubblicato il 16/03/2019 06:39:23 - visite: 91) »

:: ‘congiungimenti’ (Pubblicato il 05/03/2019 07:56:06 - visite: 97) »