Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Antologia proustiana 2018: Cherchez la femme | invito a partecipare
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" - IV edizione (2018)
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Pensieri
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 152 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Fri May 18 10:07:49 UTC+0200 2018
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Paradiso

di Franco Bonvini
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti i pensieri dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 07/02/2018 14:22:31

Costa una mela.

 

Ma distrugge l'idea che il sesso sia qualcosa di buono e gioioso
sostituendolo con un' idea di peccato.
E' cominciato tutto lì,
la donna in questa società di ometti é stata trasformata nella causa,
nella grande peccatrice.
E il sesso?
Il sesso diventa qualcosa di brutto,
è brutto avere piu' di un uomo
o più di una donna,
anche se l'uomo...
ma dai poverino si sa.. è cacciatore..


Oggi però la donna ha fatto vedere che se la sa cavare benissimo da sola,
ma non si sente piu' protetta da nessuno
perche' l'uomo non lo sa più fare,
troppo impegnato nel lavoro,
dove viene magari superato dalle donne
che se avessero meno cuore si prenderebbero un potere che gli uomini neanche si immaginano.

 

E ne facciamo le spese tutti,
donne che cercano quello che non trovano più,
uomini che cercano donne che loro stessi hanno ucciso.
E' solo lì il peccato,
aver ucciso l' unica cosa capace di farci vedere cose che non avremmo mai visto,
la solitudine e i dolori di questa vita sono solo colpa nostra..
..e ci sono rimaste le briciole di un'amore che non potremo più avere,

chiusi nella gabbia dell'idea di conquistarsi un paradiso a suon di rinunce.


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Franco Bonvini, nella sezione Pensieri, ha pubblicato anche:

:: Lego e coccinelle (Pubblicato il 16/01/2018 17:06:37 - visite: 126) »

:: Notte d’ amore (Pubblicato il 31/12/2017 23:16:00 - visite: 134) »

:: Stivaletti rossi (Pubblicato il 30/12/2017 15:42:12 - visite: 99) »

:: Quando mezzo sarà vuoto (Pubblicato il 29/12/2017 14:24:55 - visite: 91) »

:: Speranza (Pubblicato il 18/12/2017 21:43:29 - visite: 100) »

:: Nipotini (Pubblicato il 13/12/2017 13:47:06 - visite: 86) »

:: Fantasia erotica (Pubblicato il 04/11/2017 13:30:52 - visite: 180) »

:: scrittori (Pubblicato il 30/10/2017 09:56:44 - visite: 140) »

:: Lato femminile (Pubblicato il 25/10/2017 13:17:55 - visite: 117) »

:: programmatori (Pubblicato il 01/09/2017 10:46:30 - visite: 186) »