Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Antologia proustiana 2020: Quarantena a Combray [invito a partecipare]
LaRecherche.it sostiene "la via immortale", da un’idea di Lello Agretti
Premio "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VI Edizione 2020
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 1114 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Tue May 5 15:02:05 UTC+0200 2020
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Nel soffio più possibile leggero

di Amina Narimi
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 3 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 21/02/2014 21:09:00

Le Mont-Blanc vu de Genolier par Charley Case

 Le Mont-Blanc vu de Genolier par Charley Case

 

 

 

 

 

 

 

Nel soffio più possibile leggero
si schiude il mio ciliegio al boscovecchio,
nell'abbraccio circolare ritrovo noi.
Eppure  lui mi educa, nella parola senza voce,
a diverse dimensioni, la sua estensioneVera:
la pazienza  di ricoprirsi con la neve,
il pieghevole sfinimento  dell’estate-

e so con quanta cura
si volge alla corrente della luce,
l'andarsene  calmo, con la sera,
respirando dai talloni, 
quando gli uccelli scenderanno a primavera,
per nidificare e riprodursi,
di come i rami sotto il loro peso
gravati  di nidi a centinaia
saranno pane, e soffice pietà

così è l’esercizio dell’amore-
spezzando il seme duro nella bocca,
delle mutazioni in atto. Annuso ancora
la tua poesia su queste tempie cariche
mentre intorno volano le piume
e sfioro con un dito la caduta
ascoltando la discesa lungo il corpo
di un dono aperto,  che esce dalle ossa,
                            col miracolo dei fiori
si bagna il cuore buio
di fratelli innamorati
fa luce ai i piedi quel che non si vede
E gli direi di amare un'altra volta
di coprirmi con i petali nell'aria

soffiando dal mio fiato.
 
Si spalancherà  piena di vento
la gioia dei frutti tra le mani
lasciando cadere le ciliegie
con  quel  rossore intimo  sul viso
riempirà di vino le nostre bocche
nel soffio più possibile leggero
il vecchissimo ciliegio, e noi, di nuovo,
appena nati.

 

 

 

 

 

 

 

 

                            


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 3 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Amina Narimi, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Amina Narimi, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Margotta (Pubblicato il 06/06/2020 16:23:34 - visite: 29) »

:: Aman (Pubblicato il 04/06/2020 12:08:22 - visite: 75) »

:: La mia maestra è un’albera (Pubblicato il 25/05/2020 13:23:02 - visite: 82) »

:: Al suo posto esatto c’era una lacrima (Pubblicato il 13/05/2020 22:56:13 - visite: 79) »

:: È una madre il rossovivo e l’acquabuona (Pubblicato il 10/05/2020 22:22:43 - visite: 91) »

:: Nella luce delle mani capovolte (Pubblicato il 05/05/2020 23:05:49 - visite: 115) »

:: Sarà solo poco di più (Pubblicato il 29/04/2020 21:09:52 - visite: 168) »

:: Pesach (Pubblicato il 20/04/2019 19:34:58 - visite: 332) »

:: Le azzeruole #GiornoMemoria (Pubblicato il 27/01/2019 23:57:12 - visite: 395) »

:: Babij Jar #GiornoMemoria (Pubblicato il 26/01/2019 19:38:49 - visite: 314) »