Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Antologia Arte e Scienza: quale rapporto? (invia il tuo contributo entro il 15 gennaio 2020) Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VI Edizione 2020
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

il passaggio sul filo spinato

di Vlad
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti i testi in prosa dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 05/12/2014 22:13:43

clic.
 
 
[la telecamera si ferma sull'uomo. primo piano sul volto]
 
sì, sì, è come dici tu.
no, no, è come dici tu.
ehi, siamo d'accordo, è come dici tu.
cazzo, ti sto dicendo che è esattamente come dici tu
 
[leggera carrellata, primo piano sul corpo. la camera è ferma, l'uomo cammina, si muove, entra ed esce dall'inquadratura]
 
allora no, non è come dici tu.
non è per un cazzo come dici tu, ok?
 
hai voglia a dire che è come dici tu,
ma si dà il caso che non è per niente come dici tu.
ehi, ma mi senti?
NON E' COME DICI TU.
ora ci gioco a squash con la tua
testa di cazzo, brutto bastardo,
poi ti faccio vedere se è come dici tu.
 
[passa uno]
 
ehi, tu. ehi dico a te, sì, a te.
fermati e vieeeeeee-
niiiiii qui cazzo-. e dimmi un po' 
se per te è come dice lui. lui è ovvio
che dice che è come dice lui,
ma secondo te è come dice lui?
dài dài dài, su su su.
 
[lui dice che no, non è come dice quello]
 
hai visto, merda? hai visto che anche lui dice
che non è come dici tu?
e allora perchè continui a dire che è come dici tu?
ma tu non mi ascolti.
PERCHE' NON ASCOLTI?
ora ti faccio vedere io.
 
bang-bang-bang-bang
 
bang
 
 
bang
 
 
MI ASCOLTI ORA?
lo vuoi capire o no che non era come dicevi tu?
 
[la camera si allontana, svelando un albero davanti all'uomo che ancora è intento a gridare - fino ad arrivare davanti all'ingresso dove la grossa insegna  illumina il cielo dello stomaco di martina. di te. i chi torna indietro da questa pagina.]
 
mentre il buio continuò ancora ad accecare gli animi.
 
 
 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Vlad, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Vlad, nella sezione Narrativa, ha pubblicato anche:

:: monica (Pubblicato il 01/03/2013 19:45:30 - visite: 993) »