Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Anniversario della liberazione d'Italia
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 820 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Tue Apr 23 11:31:29 UTC+0200 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

’EL CHOCLO...’ - tango

di Giorgio Mancinelli
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 5 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 01/11/2014 06:57:15

El Choclo de los Pajaros Perdido – tango

¡Tabernero del vino! Y que sea de aquel bueno
por el Compadrito que tiene quemazón.
Y tú fanfarrón toca el violón y no desgarra
una milonghita porteña arrabalera.
Y tú Nina de rosa canta un habanera
por el Compadrito que sin padece tiene.
Y tú Morena baila
sedúcelo con la pasión y la sensualidad que sayas.
Qué el Compadrito nostalgia tiene já
qué de cuando ha dejado el Sur le llora el corazón.
Y tú hombre del bandoneon silente
ataca una 'variante' que repicas melodiosa.
Qué el Compadrito ofrece que beber a quién lo pregunta.
¡Tabernero del vino! Y que sea de aquel bueno
qué llega dalla Pampa Argentina.
Y tú gaucho de milonga enseña los pasos
del canyengue que has aprendido.
Qué el Compadrito pueda elegir quién quiere
entre los patanes de harrabal.
Y desenfunda tu cuchillo guapo
en el desafiar de este tango con Miguel.
Como dos amantes que en este milonga tanghera
se atan estrecho uno al otro y sin embargo se odian.
En el 'preludio' del amor que desata en la muerte
los pasos listos sobre el entablado de esta Tasca.
Qué el Compadrito pregunta arrogancia de guapo
y mucho dinero paga a quien tiene de ello.
Y tú chico mío que creces harrabalero
hunde el cuchillo en el cuerpo de Miguel.
Si de veras deseas a esta vida
qué ahora el Compadrito ofrece al aquél.
Y tú bandoneonista de calle
toca la música buena y maldita.
Qué al Compadrito pueda arrancarle el alma
hasta a ahogarle los latidos.
Cómo bandada de pájaros perdidos
qué sacuden en desorden en la garganta.
. . .
Y tú Morena baila…
Y tú Nina canta…
Y tú violòn repica…
¡Tabernero pronto del otro vino!
Y que sea de aquel bueno de la Pampa
el vino bueno de la Pampa Argentina.


All’Osteria de Los Pajaros Perdido – tango

Oste del vino! E che sia di quello buono
per il Compadrito che tiene arsura.
E tu sbruffone tocca la viola e suona
una milonga porteña arrabalera.
E tu Nina de rosa canta una habanera
per il Compadrito che tien pena.
E tu Morena balla
seducilo con la passione e la sensualità che sai.
Che il Compadrito tiene nostalgia
di chi ha lasciato il Sud e gli reprime il cuore.
E tu uomo dal bandoneon silente
attacca una ‘variante’ che risuoni melodiosa.
Che il Compadrito offre da bere a chi ne chiede
Oste del vino! E che sia di quello buono
che viene dalla Pampa.
E tu gaucho de milonga mostra i passi
del canyengue che hai imparato.
Che il Compadrito possa scegliere chi vuole
fra i tangheri di harrabal.
E mostra il tuo coltello guappo
nello duellar di questo tango con Miguel.
Come due amanti che nella milonga tanghera
s’allacciano stretti uno all’altro eppur si odiano.
Nel ‘preludio’ che l’amore scolora nella morte
sostieni i passi scalpitanti sul tavolaccio d’Osteria.
Che il Compadrito chiede arroganza di guapo
e molto denaro paga a chi ne ha.
E tu ragazzo mio che cresci harrabalero
affonda il coltello nel corpo di Miguel.
Se davvero brami a questa vita
che il Compadrito adesso offre a te.
E tu bandoneonista di strada
suona la musica buona e maledetta.
Che al Compadrito possa strappargli l’anima
fino ad affogargli i battiti del cuore.
Come stormo d’uccelli smarriti
che sbattono alla rinfusa nella gola.
. . .
E tu Morena balla …
E tu Nina canta …
E tu violón risuona …
Oste presto dell’altro vino!
E che sia di quello buono della Pampa
Di quello assai buono della Pampa Argentina.











« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 5 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Giorgio Mancinelli, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: ’fragile’ (Pubblicato il 17/04/2019 06:30:43 - visite: 33) »

:: Pasqua (Pubblicato il 10/04/2019 06:50:02 - visite: 32) »

:: Mantra - OM (Pubblicato il 09/04/2019 05:27:42 - visite: 33) »

:: ’flamen / soffio’ (Pubblicato il 01/04/2019 05:57:35 - visite: 71) »

:: ‘evocazioni’ (Pubblicato il 24/03/2019 11:38:36 - visite: 67) »

:: ‘canto corale’ (..a Edvard Munch) (Pubblicato il 16/03/2019 06:39:23 - visite: 75) »

:: ‘congiungimenti’ (Pubblicato il 05/03/2019 07:56:06 - visite: 82) »

:: ‘abbandono’ (Pubblicato il 26/02/2019 17:51:47 - visite: 77) »

:: ‘mare d’inverno’ (Pubblicato il 11/02/2019 16:16:13 - visite: 93) »

:: ’pari intervallo’ (Pubblicato il 08/02/2019 02:05:13 - visite: 98) »