Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Antologia proustiana 2020: Quarantena a Combray [invito a partecipare]
LaRecherche.it sostiene "la via immortale", da un’idea di Lello Agretti
Premio "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VI Edizione 2020
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 852 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Fri May 15 18:31:08 UTC+0200 2020
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Dove splendere è un sentiero

di Amina Narimi
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 5 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 18/01/2015 00:06:13

Ti ho visto marcare il cammino,

mostrando nei luoghi nascosti

le vene leggere del gioco

nel solo potere di cura

per giungere al punto di sole,

all'incrocio di sogni di nebbie,

nel fitto totale del bosco

col  bagliore dagli occhi ai tuoi piedi.

 

è tutta l'esistenza che nessuno sa di lei

cosa ha visto la sua fede nella vita

che affonda lasciando tracce sulla neve 

 

l'avverti  passare il calore nel sogno, 

nel limo originale del vivente,

il canto appartenente ancora all'ombra

dell'esile membrana del risveglio,

se, appena sente il vento respirare,

scopre  ciò che duole nei torrenti,

rivelando il senso misterioso

di ciò che è così semplice nei fiumi 

 

-Nei suoi fiumi c'era una donna

che ricreava se stessa sognando

come palpita un cristallo nelle lacrime

la primitiva e magnifica pochezza 

delle ore da noialtri ai nostri cari,

distinguendo già le voci ed i colori

dei volti delle case, per toccarli.-

 

eppure la chiarezza

non risolve alcun mistero

della sera che è arrivata 

se non ci fossimo commossi allora

se non avessimo tremato 

per arrivare a questo punto

che ci riconosce somiglianti 

nella danza più sottile che ci resta 

dove splendere è un sentiero 

che s'inerpica nel cuore, e le sue sponde

noi le stiamo già toccando,

per come trovano la grazia,

salendo insieme agli alberi,

come lo chiede il cielo,

da sacre lontananze  noi ridiamo

due parti di uno stesso anello

aperte,  nel suo lembo che ci colma

imparando di nuovo a camminare,  

come acqua che scivola tra l'erba,

tra l'erba alta

scrivendo,  senza più guardare


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 5 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Amina Narimi, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Amina Narimi, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Aman (Pubblicato il 04/06/2020 12:08:22 - visite: 72) »

:: La mia maestra è un’albera (Pubblicato il 25/05/2020 13:23:02 - visite: 81) »

:: Al suo posto esatto c’era una lacrima (Pubblicato il 13/05/2020 22:56:13 - visite: 79) »

:: È una madre il rossovivo e l’acquabuona (Pubblicato il 10/05/2020 22:22:43 - visite: 91) »

:: Nella luce delle mani capovolte (Pubblicato il 05/05/2020 23:05:49 - visite: 115) »

:: Sarà solo poco di più (Pubblicato il 29/04/2020 21:09:52 - visite: 168) »

:: Pesach (Pubblicato il 20/04/2019 19:34:58 - visite: 332) »

:: Le azzeruole #GiornoMemoria (Pubblicato il 27/01/2019 23:57:12 - visite: 394) »

:: Babij Jar #GiornoMemoria (Pubblicato il 26/01/2019 19:38:49 - visite: 314) »

:: Rayuela (Pubblicato il 24/01/2019 19:21:51 - visite: 382) »