Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" - V edizione (2019)
PUBBLICATA LA CLASSIFICA FINALE | e-book del Premio | Interviste ai vincitori
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 548 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sun Apr 14 02:00:06 UTC+0200 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Il giorno era di pioggia …

di Giorgio Mancinelli
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 21/03/2015 14:17:27

Il giorno era di pioggia ...

 

come se la luce emanasse

da sotto il manto di nubi fradice d’acqua piovana

un riverbero d’opale

davanti alla finestra

lei chinò il capo facendo una pausa appena percettibile

avevo imparato ad apprezzare la sua espressione

liquida

poi sussurrò qualcosa

non sapevo che dire e rimasi in silenzio

persino le sue parole mi parvero senza colore

uscì dalla stanza e dalla mia vita

con leggerezza

così come vi era entrata

mi distesi sul letto coi vestiti addosso

ero provato dall’incertezza

zuppo fradicio di parole non dette

mi addormentai alle prime luci dell’alba

al risveglio il cielo si distendeva lucido

la pioggia

scandiva il timore di affrontare il passato

nel battito del cuore

il peso di chiudere i conti di una vita

.   .   .

nelle parole mute

l’andare silente verso un destino

che non conosce riscatto


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Giorgio Mancinelli, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: ’fragile’ (Pubblicato il 17/04/2019 06:30:43 - visite: 25) »

:: Pasqua (Pubblicato il 10/04/2019 06:50:02 - visite: 29) »

:: Mantra - OM (Pubblicato il 09/04/2019 05:27:42 - visite: 30) »

:: ’flamen / soffio’ (Pubblicato il 01/04/2019 05:57:35 - visite: 70) »

:: ‘evocazioni’ (Pubblicato il 24/03/2019 11:38:36 - visite: 65) »

:: ‘canto corale’ (..a Edvard Munch) (Pubblicato il 16/03/2019 06:39:23 - visite: 72) »

:: ‘congiungimenti’ (Pubblicato il 05/03/2019 07:56:06 - visite: 78) »

:: ‘abbandono’ (Pubblicato il 26/02/2019 17:51:47 - visite: 75) »

:: ‘mare d’inverno’ (Pubblicato il 11/02/2019 16:16:13 - visite: 91) »

:: ’pari intervallo’ (Pubblicato il 08/02/2019 02:05:13 - visite: 96) »