Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
ANTOLOGIA PROUSTIANA 2018: CHERCHEZ LA FEMME
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Proposta_Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 349 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Mon Aug 20 07:31:10 UTC+0200 2018
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Chaque mot est une brique

di Eric Dubois 

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 22/12/2017 18:19:12

 

Chaque mot est une brique pour la maison langage.  On écrit en communion avec l'oubli et la tristesse. Laissons le temps occuper l'instant. La lune ne tient qu'à nous. Le parfum du scandale exhale toujours un relent de désespoir. Et parader nuit au sommeil. L'oubli est un précepte. Les temps deviennent invisibles. Les paupières sont lourdes de rêves inachevés. Ce qu'on  cherche : l'odeur du vent.

 

Le poème est une place debout. Le mot une place assise.

 

A l'arrivée du vent tu prendras la direction des larmes.

 

Traduzione di Francesco Casuscelli

 

Ogni parola è un mattone per la casa linguaggio.

Scriviamo in comunione con l’oblio e la tristezza.

Lasciamo che il tempo occupi il momento.

La luna appartiene a noi.

Il profumo dello scandalo trasuda sempre un pizzico di disperazione.

Sfilate notturne del sonno.

La dimenticanza è un precetto.

I tempi diventano invisibili.

Le palpebre sono pesanti di sogni incompiuti.

Quello che cerchiamo: l’odore del vento.

 

La poesia è un posto in piedi. La parola è un posto a sedere

 

All’arrivo del vento tu prenderai la direzione delle lacrime.

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Francesco Casuscelli, nella sezione Proposta_Poesia, ha pubblicato anche:

:: Le temps est le manteau d’ombre , di Eric Dubois (Pubblicato il 22/07/2018 14:01:42 - visite: 87) »

:: Années , di Eric Dubois (Pubblicato il 22/07/2018 12:54:48 - visite: 61) »

:: Heurtoir , di Claude Luezior (Pubblicato il 04/03/2018 17:36:09 - visite: 375) »

:: Tuer un poète , di Victor Varjac (Pubblicato il 04/03/2018 17:24:52 - visite: 128) »

:: La neige est le poème de l’hiver , di Eric Dubois (Pubblicato il 04/03/2018 17:09:20 - visite: 171) »

:: Sul linguaggio , di Eric Dubois (Pubblicato il 15/12/2017 10:45:32 - visite: 269) »