Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Antologia Proust 2017: IL PROFUMO DEL TEMPO (Invito a partecipare)
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" - III edizione (2017)
Intervista a Fabrizio Bregoli, I classificato sezione Poesia
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Prosa/Narrativa
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 36 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sat May 27 00:32:47 UTC+0200 2017
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Cos’è la poesia

di Jacob l.
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti i testi in prosa dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 17/05/2017 14:58:29

Può un "poeta dilettante" scrivere poesie? Oppure il poetare deve essre riservato al  mondo dei "poeti / scrittori professionisti" ?

 

Poesia è un fenomeno umano. L'uomo ha sempre fatto poesia sin dal tempo dei tempi. Per raccontare, come sapeva, ciò che voleva, per tramandare un pensiero o una memoria.

La poesia, ecco, è una cosa primordiale, selvaggia e - mi si passi il termine - selvatica che irrompe anche con mezzi poveri fuori da tutto ma pervade tutto e tutti ne vengono  assorbiti.

Con mezzi poveri, parlo di stili, vocabolari, lessico ricercato perchè la poesia è libertà, riflessione, reazione al male,  richiamo al presente e messaggio al futuro.

Impossibile costringere la poesia entro schemi del tipo  questo sì, quello no. Chi decide se sia o no poesia? Chi può farlo?

Può essere surreale, rivolgersi all'irreale ma sarà sempre poesia, libertà e veicolo per conoscere noi stessi e comunicarlo come si vuole ad altri.

Chi può rispondere alla mia domanda iniziale?


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Jacob l., nella sezione Narrativa, ha pubblicato anche:

:: Le modalità culturali 6 (Pubblicato il 10/11/2016 14:40:32 - visite: 189) »

:: Le modalità culturali 5 (Pubblicato il 25/10/2016 14:47:50 - visite: 165) »

:: Le modalità culturali - 4 (Pubblicato il 04/10/2016 16:02:18 - visite: 185) »

:: La cattedrale di Trani (Pubblicato il 04/02/2016 21:09:13 - visite: 355) »

:: le modalità culturali - 3 (Pubblicato il 24/12/2015 16:30:34 - visite: 301) »

:: Le modalità culturali - Racconto (Pubblicato il 17/12/2015 15:22:40 - visite: 324) »