Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Antologia proustiana 2018: Cherchez la femme | invito a partecipare
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" - IV edizione (2018)
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 226 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Tue Apr 24 01:26:21 UTC+0200 2018
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Se qualcuno lo sa, vi prego, mi dica che cos’ è...

di Dzemile Jusufi
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 9 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 16/05/2017 23:56:08

Ti ho amato. Quanto? Il massimo che potevo.

Ti ho odiato. Sempre il massimo che potevo.

Ti ho voluto bene.

Ho provato distacco... Il massimo che potevo.

Ti ho seguito. Ho dubitato. Mi sono fidata.

Ti ho visto. Ti ho rivisto. Ti vedo. Ti rivedo ogni volta che cambi.

Ogni cosa con la massima intensità.

E siccome ci scordiamo che in realtà ogni giorno potrebbe essere l'ultimo, non so se ti ho mai ringraziato con la massima intensità. Per ogni cosa. Anche per gli sbagli, perchè quelli mi fanno capire che ad ogni modo per me esisti sempre e non c'è verso di farti esistere un briciolo di meno, sempre al massimo.

                       Ad una persona lontana. 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 9 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Dzemile Jusufi, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Un regalo nella fantasia (Pubblicato il 05/02/2018 21:27:11 - visite: 91) »

:: C’é quel che c’é (Pubblicato il 08/12/2017 02:38:16 - visite: 156) »

:: Messaggio d’amore (Pubblicato il 29/11/2017 02:46:08 - visite: 131) »

:: Alzo il sipario (Pubblicato il 31/10/2017 19:59:24 - visite: 165) »

:: E’ difficile (Pubblicato il 05/09/2017 22:11:38 - visite: 145) »

:: Tempo al tempo, si dice... (Pubblicato il 24/05/2017 17:37:54 - visite: 225) »

:: Di me diranno che temevo la morte. (Pubblicato il 29/04/2017 00:26:47 - visite: 156) »

:: Vivere: tra il tutto e il niente. (Pubblicato il 19/03/2017 03:44:03 - visite: 197) »

:: Ode al possesso (Pubblicato il 18/12/2016 18:53:45 - visite: 265) »

:: La formula magica (Pubblicato il 12/10/2016 22:38:24 - visite: 282) »