Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" - IV edizione (2018)
Leggi il bando di concorso | Raccolta Fondi
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 98 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Tue Oct 17 14:17:22 UTC+0200 2017
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

canzoncina per il vento

di Filippo Di Lella
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 17/06/2017 19:56:52

È un sabato di giugno, estivo, non scolastico.
È un sabato di giugno e un altro funerale ha battuto alla mia porta.

Il clima è soffocante.
È un sabato di giugno e sudo birra nella mia bella camicia stropicciata.
Sono innamorato. Lo sono perché l'amore è un cane ritardato e morde forte al culo.
L'ho coronata d'amore e gloria.

Parola.

Quelle due mie non-amiche passano il tempo a parlare di capelli.
Una mangia un ghiacciolo con volgarità, l'altra s'abbassa il vestito alzatole dal vento.
Dovremmo avere qualcosa di più interessante da dirci.
Tutti dovrebbero avere qualcosa di più interessante da dirsi.

Come si può vivere tra un funerale, un compleanno e un altro funerale?
Ci sono quaranta gradi.
È un sabato di giugno e sudo birra nella mia bella camicia stropicciata.
Ti tolgono la vita...

Ho finito le sigarette.

È un sabato qualunque
E ciò che davvero conta, oggi, è una canzone per il vento mentre tutto passa come un miraggio di sole.

Mi fate accendere?

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 15)

Filippo Di Lella, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Se non fosse che realtà (Pubblicato il 13/10/2017 14:50:25 - visite: 73) »

:: se poi tocca il cuore, è meglio non negare (Pubblicato il 24/09/2017 23:40:02 - visite: 47) »

:: peperone mon amour (Pubblicato il 18/07/2017 22:19:31 - visite: 90) »

:: risposta ad un amico superbo che è un superbo amico (Pubblicato il 14/07/2017 22:47:27 - visite: 77) »

:: cocomero sovrano! (Pubblicato il 29/06/2017 22:18:11 - visite: 120) »

:: mari sporchi (Pubblicato il 28/06/2017 01:00:38 - visite: 83) »

:: c’era un dio solitario seduto al tavolo del bar (Pubblicato il 25/06/2017 20:14:42 - visite: 97) »

:: un altro me in un’altra estate (Pubblicato il 22/06/2017 23:59:25 - visite: 139) »

:: tratti da cancellare (Pubblicato il 11/06/2017 21:03:49 - visite: 117) »

:: la calma d’un po’ di pace (Pubblicato il 09/06/2017 13:02:42 - visite: 137) »

:: un nome che ha rimbalzato settantotto volte (Pubblicato il 04/06/2017 01:56:43 - visite: 106) »

:: gocce di te a pagamento (Pubblicato il 31/05/2017 17:51:03 - visite: 110) »

:: un solo saluto (Pubblicato il 22/05/2017 17:53:34 - visite: 114) »

:: gambero al bacon (Pubblicato il 16/05/2017 19:23:08 - visite: 171) »

:: fine turno (Pubblicato il 06/05/2017 22:10:42 - visite: 150) »