Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
10 ANNI DI RECHERCHE (presso Foollyk, Roma, 3 dicembre 2017 ore 17)
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" - IV edizione (2018)
Leggi il bando di concorso | Raccolta Fondi
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 140 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Thu Nov 23 13:08:45 UTC+0100 2017
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

D’Estate il vento

di Domenico Romagnuolo
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 17/07/2017 13:36:58

Dove mi porti o Vento:

splendide colline osservo

coperte da bionde spighe

di buon grano che sa già di pane

e splendidi nastri di giallo girasole.

Più in là il profumo di lavanda

che lambisce un casolare in abbandono.

L'animo inviti a guardarsi attorno

e ascoltare il trillar acuto

di festose rondini e i rapidi voli di quelle

a disegnar in cielo gioia!

E'l'Estate questa,

del sole cocente,

della pelle che sa di salsedine

e di festanti raggi di sole!

Nel sottobosco dell'alta collina,

tra profumi di more e mirtilli

il fitto fogliame

il prezioso porcino nasconde.

Il corpo mio s'appresta

a goder dei momenti che il tempo offre.

Ora tu,vai.

Spira sul mare a crear onde,

riempir vele ai navigli in rada

in attesa dell'alta marea!

E' l'Estate questa,per tutti!


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 15)

Domenico Romagnuolo, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Profumi d’autunno. (Pubblicato il 13/10/2017 21:01:36 - visite: 109) »

:: E mi fermò la Luna. (Pubblicato il 14/09/2017 20:13:58 - visite: 106) »

:: Indietro nel Tempo. (Pubblicato il 22/08/2017 12:16:18 - visite: 95) »

:: A inseguir il tempo le ore. (Pubblicato il 19/06/2017 20:21:07 - visite: 146) »

:: Il duio della notte e il giorno (Pubblicato il 25/05/2017 09:50:05 - visite: 151) »

:: Pensieri vaganti (Pubblicato il 10/05/2017 13:47:30 - visite: 118) »

:: Oggi. (Pubblicato il 27/04/2017 15:22:06 - visite: 127) »

:: Non fermarti,corri. (Pubblicato il 18/04/2017 12:44:39 - visite: 141) »

:: Immagini. (Pubblicato il 14/03/2017 17:23:06 - visite: 145) »

:: Il ladro di stelle. (Pubblicato il 11/03/2017 13:11:06 - visite: 194) »

:: Dalla Creazione. (Pubblicato il 07/03/2017 20:58:38 - visite: 233) »

:: Cuore su cuore. (Pubblicato il 14/02/2017 11:32:23 - visite: 234) »

:: Tre Titani ha il Tempo. (Pubblicato il 29/01/2017 11:10:05 - visite: 241) »

:: Passeggiata. (Pubblicato il 23/01/2017 16:54:30 - visite: 270) »

:: L’anno che muore. (Pubblicato il 01/01/2017 13:06:23 - visite: 213) »