Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Antologia proustiana 2018: Cherchez la femme | invito a partecipare
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" - IV edizione (2018)
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 145 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Tue Jun 19 10:28:19 UTC+0200 2018
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Stagioni fatate (riproposta e musicata)

di Franco Bonvini
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 6 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »



Questo testo ha una registrazione audio che l'accompagna, per ascoltare clicca su Play:

Clicca qui per visualizzare, di tutti gli autori, tutte le poesie con l'audio »

Pubblicato il 13/01/2018 00:01:03

                                                       C'è voluto un po' ma qualcosina è uscita.. migliorerà.

 

Forse sono passate / le stagioni fatate

e non ci ho fatto caso.

E ancora credo per me / e non solo per me

che verranno domani.

Un elettrico argento / m'ha portato sul lago

in questo vagabondare.

Non è il nostro lo so / però qui si veniva

anche solo a guardare.

oltre la fine del lago / le cime dei monti

e l'azzurro del cielo.

Qui c'è ancora il tuo cuore / i tuoi sogni

e li vedo brillare.

Sotto un tiepido sole preautunnale / e li vedo brillare

sotto un tiepido sole preautunnale

Sono qui / sulle rive del lago

e mi sembro un coglione

un sognatore acchiappanuvole

con la mia lattina di tè al limone

Sono qui / sulle rive del lago

sono venuto a cantare

Farà neve lo so / e anche presto

e sarà ancora più bello

quando si farà attorno al lago

come un anello.

 

Sono qui sulle rive del lago..

tra le mani soltanto un panino..

Ne vuoi un pochino?


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 6 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Franco Bonvini, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Nudo sogno (Pubblicato il 19/06/2018 14:43:35 - visite: 44) »

:: Come fa il vento (Pubblicato il 19/06/2018 11:31:34 - visite: 65) »

:: Non c’è scampo alla bellezza (Pubblicato il 17/06/2018 22:17:59 - visite: 60) »

:: Desideri (Pubblicato il 15/06/2018 10:21:34 - visite: 64) »

:: La gonna di Jenny (Pubblicato il 12/06/2018 12:59:34 - visite: 70) »

:: La bellezza lacerante (Pubblicato il 10/06/2018 10:09:52 - visite: 53) »

:: Sogno sconclusionato (Pubblicato il 10/06/2018 10:05:17 - visite: 36) »

:: Come una statua (Pubblicato il 04/06/2018 21:28:24 - visite: 75) »

:: Nuda (Pubblicato il 04/06/2018 21:25:44 - visite: 80) »

:: Specchio d’ acqua (Pubblicato il 28/05/2018 00:39:59 - visite: 70) »