Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Arte e scienza: quale rapporto? [L’arte e la scienza in 72 autori | e-book n. 239]
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VI Edizione 2020
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 291 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Tue Feb 18 03:02:29 UTC+0100 2020
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Al bancone del bar

di Adielle
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 30/03/2018 03:41:54

 

 

Contaminato il giudizio da ettolitri di plasma

si fece fantasma l' intuizione primordiale

su come fare a bere sangue senza sporcarsi le mani

così si tinsero le lacrime e i fiumi di plastica

ma la cosa fantastica è che inventarono mari di guanti

senza rinunciare a saziare la loro fame famelica

la portata massima, il pianeta Terra e dita prensili;

l' alternativa vissuta da vittime di vittime abitate da un' anima sintetica

programmata a costruirsi nuovi alibi per l' altamarea, non partire mai

non prendere il largo se non per il verso di garantire un lento ritorno

una sera indefinita che non giunga mai il giorno,

che non vada mai in porto.

E poi mentire a se stessi, con faccia di bronzo e specchi alle pareti.

Chiodi sfilati di fresco, buoni all' occorrenza, per qualunque perdono.

Ma non vedi che muoio dietro ai canneti, in cima ai rami,

giù per le scale? Commetto peccati, quasi mortali,

m' ingoio tutte le parole.

Ma alcune restano appese, compongono un caos mancato,

un alfabeto vergine, macabro approdo di pensieri ridicoli.

Clonati da un' unica matrice fornita di fabbrica

per far finta di essere in vita. La soluzione ha una natura inconsulta.

Trattasi di cambiar la domanda, cosicchè il tempo risponda

non importa quando.

Ecco, laggiù potrai trovarmi, all' ultima ronda,

insieme a quelli che hanno perso la speranza lungo la strada

senza sapere dove vai e la morte per compagna 

che vuol fermarsi in autogrill.  Oltre la duna, con su la scritta

bevi cocacola. Produci consuma crepa e essi vivono, cccp.

Tre manifesti per un solo rito di commozione cerebrale

a cui santificare il fatidico si, appartengo a una condizione mortale

ma qualcosa mi dice che la storia non finisce qui.

E arranco, lungo la dorsale del mio ego non sprecando alcun sé.

Se convinto di essere in errore, coltivo il desiderio

d' inventare nuove operazioni, un rockmantico drink.

Blues da consumarsi preferibilmente al bancone del bar.

Già sbronzi da un po', accompagnati da rulli di tamburi

e squilli di fanfara.

 

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Adielle, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Adielle, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Per evitare i doganieri (Pubblicato il 14/02/2020 00:12:13 - visite: 61) »

:: Parlami (Pubblicato il 07/02/2020 00:53:03 - visite: 37) »

:: Al concerto (Pubblicato il 06/02/2020 02:58:35 - visite: 34) »

:: Tema destino (Pubblicato il 01/02/2020 02:27:55 - visite: 38) »

:: Alla moda del vento (Pubblicato il 31/01/2020 00:55:46 - visite: 41) »

:: La danza delle tregue (Pubblicato il 29/01/2020 00:28:42 - visite: 64) »

:: Mentre il fiume (Pubblicato il 22/01/2020 01:40:30 - visite: 47) »

:: Cosa vuoi che ti dica? (Pubblicato il 20/01/2020 00:45:57 - visite: 48) »

:: Talamo (Pubblicato il 18/01/2020 02:26:19 - visite: 50) »

:: Nottetempo (Pubblicato il 17/01/2020 00:48:10 - visite: 62) »