Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Antologia proustiana 2018: Cherchez la femme | invito a partecipare
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" - IV edizione (2018)
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 40 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Thu May 24 10:18:44 UTC+0200 2018
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Inquietudini Contemporanee

di Carlo Rossi
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 14/05/2018 12:14:09

Inquietudini contemporanee

 

Contemporaneo al viaggio,

Percorso insieme al vento in giorni

Attesi come si attende il pane

Dall’uscita del forno,

Ancora fammi riprendere il centro

Del tuo cuore.

Ricordati quando mangiavo il tuo corpo

Di notte intera

Nell'aria la tua mano leggera

Disegnava foglie di arabeschi.

Sul progetto una casa, indefinito terreno

Che insieme attraversavamo

Nel parco, per la prima volta.

Con le rondini poco a poco ritorna quel pane.

Ieri non c’erano parole a condire

La nostra insalata di pomodori.

Solo cuori che si toccavano come allora e

Le inquietudini s’alzavano in volo.

La tua pelle splende candida come la neve

Oltre la luna profumi primaverili di futuro.


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Carlo Rossi, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Il Cuore Oltre (Pubblicato il 22/05/2018 10:29:38 - visite: 34) »

:: Nubi a Tratti (Pubblicato il 10/05/2018 10:01:21 - visite: 53) »

:: L’Airone (Pubblicato il 30/04/2018 17:11:37 - visite: 49) »

:: Io Resisto (Pubblicato il 26/04/2018 11:37:49 - visite: 53) »

:: Il Tuo Vino (Pubblicato il 23/04/2018 14:49:19 - visite: 67) »

:: Nell’onda di un albero (Pubblicato il 09/04/2018 08:55:05 - visite: 96) »

:: Foglie nuove (Pubblicato il 03/04/2018 11:32:06 - visite: 84) »

:: Quando c’erano le anguille (Pubblicato il 27/03/2018 10:05:46 - visite: 84) »

:: Il Rabarbaro (Pubblicato il 23/03/2018 14:27:25 - visite: 97) »

:: Gli Eroidi (Pubblicato il 22/03/2018 12:07:26 - visite: 82) »