Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Anniversario della liberazione d'Italia
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 168 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sun Apr 21 07:08:53 UTC+0200 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Una donna, una voce ... Montserrat Caballe

di Giorgio Mancinelli
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 4 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 12/10/2018 17:46:26

MONTSERRAT CABALLE … UNA DONNA, UNA VOCE

‘Piangete voi? … il mio candido ammanto / il crin m'ornate
del mio serto di rose...’.
Al dolce guidami / castel natio, / ai verdi platani,
al quieto rio, / che i nostri mormora / sospiri ancor.
Colà, dimentico / de' corsi affanni,
un giorno rendimi / de' miei primi anni, / un giorno solo
del nostro amor. (*)

.. se mai voce
di donna
abbia suggerito
all’anima
l’intimo sussulto
del canto
che in preghiera
si leva
di furtive tensioni
trepidante

..se mai
al sol udire
sì leggero
afflato
di grazia eccelsa
all’eco
risponde eco
sì che l’empireo
cielo
raggiunge

..se mai
i ‘pianissimo’
stendessero
un velo
al solitario
cuore
i ‘fortissimo’
sarebbero strappi
rapiti
all’amore

..e se mai
il senso vago
d’una indefinibile
ispirazione
fluttui ancor
nell’aere
altresì è l’enfasi
naturale
che all’emozione
guida e s’arresta

il canto


‘Giusto ciel, in tal periglio / più consiglio, più speranza /
non ci avanza, / che piangendo, che gemendo /
implorar la tua pietà’. (**)


Note:
(*) Anna Bolena (prima 1830)
Lirica: Felice Romani
Musica: Gaetano Donizetti

(**) L’assedio di Corinto (prima 1826)
Lirica: Luigi Balocchi e Alexandre Soumet
Musica: Gioacchino Rossini

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 4 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Giorgio Mancinelli, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: ’emanazioni’ (Pubblicato il 25/04/2019 12:24:32 - visite: 7) »

:: ’fragile’ (Pubblicato il 17/04/2019 06:30:43 - visite: 35) »

:: Pasqua (Pubblicato il 10/04/2019 06:50:02 - visite: 32) »

:: Mantra - OM (Pubblicato il 09/04/2019 05:27:42 - visite: 33) »

:: ’flamen / soffio’ (Pubblicato il 01/04/2019 05:57:35 - visite: 71) »

:: ‘evocazioni’ (Pubblicato il 24/03/2019 11:38:36 - visite: 67) »

:: ‘canto corale’ (..a Edvard Munch) (Pubblicato il 16/03/2019 06:39:23 - visite: 75) »

:: ‘congiungimenti’ (Pubblicato il 05/03/2019 07:56:06 - visite: 82) »

:: ‘abbandono’ (Pubblicato il 26/02/2019 17:51:47 - visite: 77) »

:: ‘mare d’inverno’ (Pubblicato il 11/02/2019 16:16:13 - visite: 94) »