Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
ANTOLOGIA PROUSTIANA 2019: UNA NOTTE MAGICA | partecipa
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie"
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 129 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sat Jun 15 14:27:43 UTC+0200 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Viaggiatore

di Tania Scavolini
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 04/12/2018 11:49:00

Quanta strada, viaggiatore

quante ore sveglio, sudato

infreddolito, assonnato.

 

Poi di colpo l'incanto si è posato

sui tuoi occhi e nel tuo animo,

la bocca aperta per lo stupore

il cuore a mille per l'emozione...

 

Viaggiatore, il sogno è iniziato

e mai terminato,

anche ora che sei ritornato

tu continui a sognare di essere lì

 

occhi e sorrisi diversi, mani gentili

ti sfiorano ancora

e si inchinano di fronte a te

per ringraziarti del tuo tempo

in splendidi giardini, vecchi templi

campi di riso, canne di bambù.

 

E di una geisha il viso bianco

hai impresso nello sguardo

che vola via nella notte fonda.

 

Ferma i tuoi passi viaggiatore

e ascolta il tuo cuore,

nel silenzio ritroverai le immagini

i suoni e i colori di un indelebile

incantevole viaggio.

 

#taniascavolini 11ottobreduemila18 #japan2018


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Tania Scavolini, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Ci sono stanze quasi vuote (Pubblicato il 23/04/2019 10:47:06 - visite: 58) »

:: Linea di confine -tra il bianco e il blu- (Pubblicato il 23/04/2019 10:45:30 - visite: 33) »

:: Ti invoca ancora, Primavera (Pubblicato il 23/04/2019 10:43:54 - visite: 27) »

:: Cosa ti salverà (Pubblicato il 15/04/2019 12:40:14 - visite: 59) »

:: Fuori c’è il sole (Pubblicato il 15/04/2019 12:36:37 - visite: 38) »

:: I miei domani (Pubblicato il 15/04/2019 12:34:50 - visite: 40) »

:: Come una maschera (Pubblicato il 21/02/2019 12:49:20 - visite: 84) »

:: La sua storia (Pubblicato il 21/02/2019 12:46:52 - visite: 50) »

:: Pare solo ieri (Pubblicato il 14/02/2019 12:39:56 - visite: 113) »

:: Te saluto Roma mia (Pubblicato il 04/02/2019 15:28:48 - visite: 124) »