Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" - V edizione (2019) | PARTECIPA
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 39 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Thu Dec 13 04:49:52 UTC+0100 2018
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Un piccolo luogo

di Franco Bonvini
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 05/12/2018 23:57:00

A un certo punto della provinciale,
a destra si vede un santuario, in cima alla collina.
Lì devi girare, nella strada che sale alla cima.
Ma non è quello il luogo.

Scendendo dall' altro versante c'è un lavatoio..
deserto ora,
ma se ti siedi sulle sue panchine in pietra puoi sentire il profumo del sapone,
il vociare delle massaie e
il ridere dei bimbi che giocano nel prato a fianco.
Ma non è quello è il luogo.

Proseguendo la strada si fa sterrata inoltrandosi nel bosco,
poi scende verso il fondovalle passando da uno spiazzo,
cintato da siepi,
con un crocifisso in legno e rosari appesi,
ma non cè nessuno.
Neanche quello è il luogo.

Da lì in poi la strada si fa più ripida e sconnessa,
scende veloce e scura d' ombra,
passa da un' antica abbazia, in mezzo al bosco,
e c'è un abbeveratoio, dopo un tornante, tenuto colmo dalla sua una fontanella.
E' un luogo sperso nel tempo,
la provinciale è lontana,
non fa più rumore.
Ma non è il luogo.

La strada adesso si fa peggiore,
scavata dall' acqua che tracima lavando fuori i sassi,
ma ancora qualche tornante e si arriva a fondovalle,
lì c'è un ponticello che passa sopra a un fiume che scorre calmo,
tra filari d' alberi e prati ai lati
e fiori e api
e l' aria si apre al sole,
non è più umida e scura.
Non è lì.

Pochi km ancora e si arriva a un' altra provinciale, verso casa.

Casa,
ecco,quello è il luogo,
da lì puoi tornare all' inizio della poesia e riscriverla,
mettendo tutto quello che non hai detto,
parlando dei compagni silenziosi che accompagnano il viaggio
da lì, magari con una bici argentata,
proseguire verso la fine del viaggio.

O inventarne un altro.


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Franco Bonvini, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: La gonna di Jenny (Pubblicato il 18/12/2018 23:42:50 - visite: 23) »

:: Questo è (Pubblicato il 17/12/2018 20:45:42 - visite: 32) »

:: Letterina-bis (Pubblicato il 14/12/2018 13:30:05 - visite: 97) »

:: Everywhere (Pubblicato il 10/12/2018 13:13:17 - visite: 47) »

:: Aria dicembrina (Pubblicato il 08/12/2018 17:25:37 - visite: 250) »

:: Un caffè (Pubblicato il 08/12/2018 09:02:04 - visite: 29) »

:: Il sogno è una bolla (Pubblicato il 07/12/2018 08:42:08 - visite: 44) »

:: La città dei balocchi (Pubblicato il 01/12/2018 20:37:56 - visite: 75) »

:: Letterina (Pubblicato il 24/11/2018 00:30:43 - visite: 70) »

:: Sulla statale dei 5 laghi (Pubblicato il 22/11/2018 21:14:15 - visite: 64) »