Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
ANTOLOGIA PROUSTIANA 2019: UNA NOTTE MAGICA | partecipa
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie"
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 78 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sun May 12 16:27:03 UTC+0200 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Prevenire ... Sarebbe meglio

di Guido Balbo
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 12/02/2019 22:43:31

"Lasciate ogni speranza, voi ch'entrate"

qui, del Regno di Dio, immacolato

prima d'umano e prematuro avvento.

 

Terra, di madre natura e speranza

figlia che a fini capricci soggiace

figli immaturi in non perduti vizi

 

senza esitare, in crescita costante

tutto ferma indecoroso guadagno;

qualcuno ci muore, chi colpa avrà?

 

Solo colpa sua: miope insensato.

Certo che non sarebbe dipartito

avesse pensato e con pelo agito;

 

sotto quel ponte dentro quel cartone

con quel solo boccone - amaro avanzo -

quel freddo ... no, non l'avrebbe subito

 

- pensa: nel cuor ci sarai, poverino -

Ma le colpe come l'errore vanno

vengono, pare a crescere servano.

 

Tu tapino non potevi aspettare:

giunge il tempo del non perseverare,

 

il nostro ... solo crescita costante.


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Guido Balbo, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Vita da nonno (Pubblicato il 15/05/2019 00:17:40 - visite: 13) »

:: Haiku nr. 47 (Pubblicato il 09/05/2019 20:08:51 - visite: 36) »

:: Vitello d’oro (Pubblicato il 08/05/2019 09:44:30 - visite: 18) »

:: L’io e l’ictus (Pubblicato il 05/05/2019 08:35:40 - visite: 25) »

:: Amore o cosa (Pubblicato il 01/05/2019 12:42:18 - visite: 26) »

:: Refuso (Pubblicato il 30/04/2019 10:38:22 - visite: 35) »

:: Grazie inumano (Pubblicato il 27/04/2019 21:34:10 - visite: 21) »

:: Amico (Pubblicato il 25/04/2019 19:42:27 - visite: 29) »

:: Stele da magg (Pubblicato il 23/04/2019 21:24:50 - visite: 45) »

:: Comprensione ... parliamone (Pubblicato il 22/04/2019 11:15:01 - visite: 41) »