Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
ANTOLOGIA PROUSTIANA 2019: UNA NOTTE MAGICA | partecipa
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie"
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 58 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Fri Jun 14 20:04:09 UTC+0200 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

L’algoritmo

di Giovanni Rossato
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 12/04/2019 17:55:09

Potessi cantare come i grandi

ignorare

le luci della sera

cantare le twin towers

ascoltare il canto delle balene

e non commuovermi

non sentire oltre i nitriti del cavallo di Nietzsche

come i gechi

ombre sui muri

macchie di indefinita impudicizia

coordinate umane

non valide

maschera di bronzo

campana

gioco

orgasmo non goduto

aspettativa di vita media

respiri valutati con un gioco a usura

pieno di carburante

al discount dei confratelli

la miscela perfetta per Enola Gay

spazza la compassione dalla storia.

 

Incommensurabile

umano

a 15 minuti

-Su Hiroshima sereno, con visibilità dieci miglia sulla quota di tredicimila piedi".

 

L’umanità non potrà perire in un giorno di sole,

un uomo

reclamerà l’eredità;

basterà,

per trarre a pietà il Signore.

Per Claude Eatherly

non siamo perduti.

Oggi è primavera.


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Giovanni Rossato, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Ho condiviso con Lorena (Pubblicato il 15/06/2019 20:26:32 - visite: 6) »

:: 15 giugno 2019 (Pubblicato il 15/06/2019 20:10:45 - visite: 6) »

:: Stare nel mondo (Pubblicato il 14/06/2019 23:19:00 - visite: 10) »

:: Le ballate che i ragazzi scrivono col carboncino (Pubblicato il 07/06/2019 18:17:10 - visite: 17) »

:: La notte ha strascichi di stelle (Pubblicato il 02/06/2019 22:46:50 - visite: 54) »

:: Non la storia di un amore, la vita (Pubblicato il 29/05/2019 21:03:53 - visite: 39) »

:: Mentre (Pubblicato il 27/05/2019 22:50:16 - visite: 40) »

:: Guidare a occhi chiusi (Pubblicato il 24/05/2019 22:34:16 - visite: 46) »

:: Ok, io sto arrivando (Parresia) (Pubblicato il 22/05/2019 22:18:10 - visite: 28) »

:: Stampata in faccia (Pubblicato il 21/05/2019 22:13:45 - visite: 44) »