Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Antologia proustiana 2020: Quarantena a Combray [invito a partecipare]
LaRecherche.it sostiene "la via immortale", da un’idea di Lello Agretti
Premio "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VI Edizione 2020
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 105 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Mon Jun 29 16:22:56 UTC+0200 2020
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Ultimi voli

di Gaudenzio Massi
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 07/06/2019 17:56:05

Oh ...insetto prediletto

il tuo nettare t’aspetta

e tu manchi da troppi giorni

fai soffrire il mal d’amore

Ho del polline in consegna

e del vento non mi fido

va sprecato in mezzo al prato

mentre a te io l’appiccicavo

Si è rotto quel filo d’oro

che creato dall’aurora 

fa sì che il sogno s’avveri

Era l’arte dei colori

che con codici cromati

proliferava nuovi geni

Appartengo ad una specie 

che in pochi anni da egoista

ha distrutto l’arte in cielo

ed in terra ora è sfacelo

Stan morendo povere api

filo d’oro ch’era miele

Con prodotti pesticidi innaturali

l’uomo sta fermando tutte l’ali

È l’inizio d’estinzione 

di quest’essere imperfetto

che ha sprecato l’intelletto


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Gaudenzio Massi, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Gaudenzio Massi, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Solo se (Pubblicato il 10/05/2020 21:00:09 - visite: 64) »

:: Se Dio fossi io (Pubblicato il 29/04/2020 20:57:16 - visite: 71) »

:: Covid rosa (Pubblicato il 27/04/2020 15:06:09 - visite: 55) »

:: Effimera (Pubblicato il 25/04/2020 19:07:03 - visite: 53) »

:: Onda incanto (Pubblicato il 23/04/2020 18:16:16 - visite: 47) »

:: In oltre (Pubblicato il 16/04/2020 16:06:03 - visite: 55) »

:: Anfratto di memoria (Pubblicato il 09/04/2020 18:40:49 - visite: 73) »

:: Fuoco illuminato (Pubblicato il 05/04/2020 14:59:21 - visite: 71) »

:: Il tempo dei Salici piangenti (Pubblicato il 04/04/2020 21:36:21 - visite: 56) »

:: A natura se ne frega (Pubblicato il 29/03/2020 00:02:01 - visite: 88) »