Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VI Edizione 2020
Una notte magica: Presentazione il 22 settembre 2019
alle ore 17 presso il Villaggio Cultura – Pentatonic
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 1051 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sat Sep 21 15:04:29 UTC+0200 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Pino era mio padre

di Francesco Repetto
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 3 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 01/10/2010 19:08:20

Pino era mio padre,
i suoi occhi azzurri,
la sua bianca barba da rifare,
il suo dito storto
bruciato il suo sorriso,
le sue lacrime sottili
come neve in Paradiso....
A chi chiedo aiuto stasera,
a chi racconto di lui
e della mia vita..
Pino è mio padre,
quando aprono i cancelli
e m’ incammino..
quando mi chino
sopra i forti
col cannocchiale,
Pino è ancora mio padre..
Quando traccio l’ asfalto
sotto il temporale
col gesso rosso rosso
e gli sorrido ..
Quanti chilometri si è fatto
a sussurrarmi parole
in giro per il mondo,
per boschi e per riviere,
campi innevati o di sterminio,
pianure, ciminiere..
E montagne da scalare, e funghi,
funghi grandi come giganti,
e specchi d’ acqua dolce
e sassolini che saltano,
due o tre volte
nel mare..

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 3 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Francesco Repetto, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia pe la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Francesco Repetto, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: RasenTe (Pubblicato il 01/04/2019 12:30:07 - visite: 107) »

:: Apnea (Pubblicato il 20/08/2013 17:31:58 - visite: 1397) »

:: Passi (Pubblicato il 18/03/2013 14:35:37 - visite: 1619) »

:: E ti violento il cuore (Pubblicato il 26/05/2012 09:18:36 - visite: 1637) »

:: Empatia (Pubblicato il 07/03/2012 21:50:56 - visite: 1247) »

:: Ellisse (Pubblicato il 06/03/2012 12:46:35 - visite: 1279) »

:: Libano (Pubblicato il 29/07/2011 15:59:14 - visite: 1223) »

:: Sulla mia barba (Pubblicato il 20/06/2011 08:54:04 - visite: 1506) »

:: Mi paiono vent’anni (Pubblicato il 16/06/2011 13:17:08 - visite: 1715) »

:: Angoletti (Pubblicato il 29/04/2011 14:17:21 - visite: 1417) »