Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Antologia Arte e Scienza: quale rapporto? (invia il tuo contributo entro il 15 gennaio 2020) Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VI Edizione 2020
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 25 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Wed Oct 16 01:14:49 UTC+0200 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

La sorte malandrina

di Diego Bello
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 08/10/2019 16:37:12

Saldi al contado nell’Apulia mia

tiravano a campare due compari,

un asino per uno in sorte ria.

Assenti in quelle lande i lupanari

ogni anima sperava che la notte

desse la stura a sogni e altri ripari.

 

Passati i tempi bui del nulla a frotte

sembrò la sorte uno di lor lambire.

In sogno gli soffiò su per le rotte

d’inganno d’Ostro in modo alle sue mire.

-          In tale posto recati per l’oro

con le bisacce e l’asino - il suo dire.

 

All’alba già sbuffava come un toro

che spifferò all’amico quell’arcano

perché con l’asino s’unisse al coro.

Ma questi infastidito dal baccano

negò l’aiuto e sentenziò:  - se intende

sull’uscio la fortuna molla il grano.

 

Tratta la bestia a sé levò le tende

promessa ch’ebbe parte del bottino.

Con gli asini a cavezza e senza mende

alfine giunse al posto del destino.

Qui trovò un fosso largo come un guazzo

ricolmo sino all’orlo d’oro fino.

 

Scie di diamanti gli occhi a mo’ d’un lazzo

e con le mani concave a saccate

empiva le bisacce in un gavazzo.

Le bestie tosto gravide e sbassate

ungevano il fulgore della luna

di ragli supplici, d’urla impetrate.

 

Presa la strada inversa, in una cuna

da un tremito fu scosso l’omarino

quatto vi si appartò dietro una duna

col ventre sazio d’aria, brama e vino.

Ma poiché in blocco ahimè fu costipato

le bestie avanti mossero al vicino.

 

Appena giunto al ciglio trafelato

degli asini non v’era alcuna traccia

né del malloppo tanto sospirato.

Quelli con tutto il peso sulla faccia

sì tanto sporti all’uscio del vicino

che a lui restò la feccia e la vinaccia.

 

 

Trasposizione in versi di una omonima fiaba popolare dal libro Fiabe pugliesi scelte da Giovanni Battista Bronzini e tradotte da Giuseppe Cassieri, Oscar Mondadori, 1983.


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Diego Bello, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia pe la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Diego Bello, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: un varco al plesso (Pubblicato il 13/10/2019 12:23:02 - visite: 14) »

:: la stringo in petto (Pubblicato il 13/10/2019 12:20:28 - visite: 18) »

:: disfacimento (Pubblicato il 08/10/2019 16:32:08 - visite: 17) »

:: è il dopo che è vuoto (Pubblicato il 01/08/2019 12:40:07 - visite: 69) »

:: Conferme implicite (Pubblicato il 01/08/2019 12:21:23 - visite: 63) »

:: La porta nel tumulo (Pubblicato il 20/03/2019 18:35:18 - visite: 109) »

:: La notte s’è portata via ogni cosa (Pubblicato il 20/03/2019 18:33:42 - visite: 66) »

:: Dopo Natale (Pubblicato il 02/03/2019 11:41:26 - visite: 131) »

:: Tre haiku #GiornoMemoria (Pubblicato il 26/01/2019 09:28:26 - visite: 143) »

:: raggio di bile (Pubblicato il 22/01/2019 13:16:21 - visite: 107) »