Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Arte e scienza: quale rapporto? [L’arte e la scienza in 72 autori | e-book n. 239]
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VI Edizione 2020
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 35 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sun Feb 23 06:38:49 UTC+0100 2020
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Albeggiare a Milano

di alessandro venuto
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 13/02/2020 12:47:35

Sbadiglia ancora l’ultima notte,

pallida arriva la luce. 

Albeggia.

Scuoti dal sonno le pesanti coltri,

risveglia il corpo col primo sbadigli.

Venere. 

Polvere bruna nella caffettiera algida, 

gorgoglia vapore fragrante sulla fiamma;

illumina i primi pensieri. 

Aprono gli occhi le finestre luminose,

sbadigliano le serrande  fragore di tuono

ed ecco!, già il tram sferraglia sulle rotaie lucide

tra le pietre. 

La citta‘ si sveglia. 

Volti tirati emergono dai palazzi e svaniscono 

nelle auto, giù in metro, sugli autobus; 

stomaci tesi, sguardi bassi, la distanza tra realtà 

e sogno è spessa una palpebra. 

Ma quanto sono distanti alla prima luce del giorno

che si dirama sulle chiese di mattoni rossi,

tinge di viola il cielo, di rosa pastello il marmo 

del Duomo. 

Brilla la Madonnina il suo buongiorno.

Sei uscita anche tu, tra gli altri; 

un secondo caffè nel bar già affollato 

con lo sguardo distratto che vaga

tra le colonne di S. Lorenzo.

Brinda alla luce maestoso Costantino il Grande.

Perche‘ non hai voglia di affrontare il giorno?

Da quando la vita ha fuggito il tempo?

Nevrotici, veloci, disconnessi. 

Basterebbe un minuto sul prato davanti alla chiesa

di Sant’Eustorgio, 

un buon libro sotto il cielo ormai chiaro. 

Un minuto in piu’. 

Sorseggiando il caffè con aria sognante

scosti una ciocca di capelli dal viso 

con un gesto leggero della mano ed ecco, 

chiudi gli occhi a mandorla 

e si apre la via dove cammini veloce

mentre si appressa l’Arco di Porta Ticinese, 

sulla destra la Darsena dove nell’acqua fresca

si specchia alto il sole. Scivola una barca leggera. 

Non ti stupisce si alzi in volo un gabbiano?

Ruzzolano numerose le auto per via, si fa pesante

l‘aria. 

Cammini leggera lungo il corso del Naviglio Grande,

entri in una libreria ombrosa che profuma di carta

dove scricchiola il pavimento di legno che

ricorda un antico non visssuto. 

E’ tempo di un terzo caffè seduta all’aperto, 

un libro di Knausgard da sfogliare

e un respiro profondo. 

Poi torni a te stessa, paghi ed esci dal bar. 

Sei pronta alla sfida del giorno. 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore alessandro venuto, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

alessandro venuto, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Amore ai tempi del corona (Pubblicato il 23/02/2020 17:12:56 - visite: 16) »

:: Piazza dei Mercanti (Pubblicato il 22/02/2020 16:53:32 - visite: 35) »

:: Notturno (Pubblicato il 22/02/2020 10:37:18 - visite: 33) »

:: Imaginifico (Pubblicato il 20/02/2020 18:53:23 - visite: 23) »

:: io sono tempesta (Pubblicato il 20/02/2020 16:53:00 - visite: 39) »

:: Strada panoramica (Pubblicato il 17/02/2020 21:58:38 - visite: 29) »

:: Novara (Pubblicato il 16/02/2020 21:45:34 - visite: 102) »

:: Alzaia Naviglio Grande (Pubblicato il 16/02/2020 10:20:04 - visite: 18) »

:: Duomo di Milano (Pubblicato il 15/02/2020 14:46:50 - visite: 26) »

:: Sabato mattina (Pubblicato il 15/02/2020 12:43:21 - visite: 23) »