Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" - V edizione (2019)
PUBBLICATA LA CLASSIFICA FINALE | e-book del Premio | Interviste ai vincitori
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 1387 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Fri Apr 12 17:47:26 UTC+0200 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

I sogni miei i disegni tuoi

di Giorgio Mancinelli
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 21/11/2010 08:20:50

I sogni miei i disegni tuoi.

E sulla carta graffiati a pennino
i sogni miei
rifugio arcano per trasparenze di luce
nel segreto diario del destino
a separare
giorni d’oro e di smalto
a incastonare tessere di vita
nel mosaico di complicati arabeschi.
Sono come mi hai plasmato
architetto ingegnoso
a sospendere castelli di nubi
a immaginare ponti d’inerzia
per una disfatta al tempo
che tutto nega e contrasta
la corona che mi hai posto sul capo
di ferro resta
che giammai fu d’oro.
A battaglia
lacero s’avanza il guerriero
la spada a brandire
spauracchi d’orgoglio d’ambizione
immuni al fato
fantasmi dell’immaginario
nel tuo gioco di despota
il mio castello magione
s’ergono altre rocche
l’una dopo l’altra senza posa
nulla ormai resta della primiera fortezza.
Dissanguato e stanco
abbandonato sul campo giace il guerriero
graffiati a violenza i sogni miei
ricalcano i disegni tuoi
quel tuo non essere son io
architetto senza ingegno
a innalzare strutture impossibili
per un castello di carte
che mi sta crollando addosso.
Stragrande scoppierà domani
la ribellione del vinto
quando dall’alto degli spalti s’udranno
nuovi squilli di tromba
quand’ecco che altri guerrieri fuoriescono
bardati di bronzei scudi
ed è già un levarsi di spade
alti i vessilli al vento
per un’altra battaglia
che non è la mia.



da "Feudo di sale" - raccolta inedita


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Giorgio Mancinelli, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: ’fragile’ (Pubblicato il 17/04/2019 06:30:43 - visite: 24) »

:: Pasqua (Pubblicato il 10/04/2019 06:50:02 - visite: 29) »

:: Mantra - OM (Pubblicato il 09/04/2019 05:27:42 - visite: 30) »

:: ’flamen / soffio’ (Pubblicato il 01/04/2019 05:57:35 - visite: 70) »

:: ‘evocazioni’ (Pubblicato il 24/03/2019 11:38:36 - visite: 65) »

:: ‘canto corale’ (..a Edvard Munch) (Pubblicato il 16/03/2019 06:39:23 - visite: 70) »

:: ‘congiungimenti’ (Pubblicato il 05/03/2019 07:56:06 - visite: 76) »

:: ‘abbandono’ (Pubblicato il 26/02/2019 17:51:47 - visite: 75) »

:: ‘mare d’inverno’ (Pubblicato il 11/02/2019 16:16:13 - visite: 90) »

:: ’pari intervallo’ (Pubblicato il 08/02/2019 02:05:13 - visite: 96) »