Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" - V edizione (2019)
PUBBLICATA LA CLASSIFICA FINALE | e-book del Premio | Interviste ai vincitori
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 1628 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Tue Mar 12 20:56:06 UTC+0100 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Vascelli

di Lorenzo Ciuccoli
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »



Questo testo ha una registrazione audio che l'accompagna, per ascoltare clicca su Play:

Clicca qui per visualizzare, di tutti gli autori, tutte le poesie con l'audio »

Pubblicato il 08/04/2011 14:50:11

C’è un momento propizio.
Opportunità per tutti
su cui imbarcarsi.
Lasso di tempo
di lotta alla pari,
dove se non conosci
gli strumenti a disposizione
ti lasci guidare
dai mandanti
dei tuoi vizi quotidiani.
Immagina il giorno adorato
delle elezioni.
Tutto è sospeso
tutto può accadere,
ma troppe forze dissipate
per poter scuoiare
la grande illusione.
Ordine dal caos
dicono i divini maestri.
La crisi ci è amica
vorrebbe chiamare in causa
la nostra vita,
risvegliarla dalla vera paralisi
con i suoi schiaffi.
Nel momento propizio
i furbi sudano
come mai prima,
perché sanno
delle barriere abbassate,
della facilità di accesso.
Tutto può finalmente diventare
così logicamente naturale.
E’ un limbo speciale.
Dio non è assente.
Dio siamo noi stessi,
hai pieni poteri.
Cosa fai?
Maledici il panico
ti affidi al guru di moda
e cedi alle lusinghe
di vita cementificata.
Pavimenti su terra.
Alleluia! Adesso sì,
puoi bypassare
quei luoghi
dove prima della crisi
bastava semplicemente camminare.
E la nave piange
i suoi posti vuoti.

2/1/2008

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Lorenzo Ciuccoli, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Origini (Pubblicato il 16/03/2019 18:12:27 - visite: 44) »

:: E sere (Pubblicato il 08/03/2019 12:44:27 - visite: 38) »

:: Non seguo eroi (Pubblicato il 01/03/2019 14:53:14 - visite: 51) »

:: A volte bisogna perdere per conquistare pezzi di libertà. (Pubblicato il 13/02/2019 15:34:57 - visite: 71) »

:: Abito (Pubblicato il 31/01/2019 12:22:27 - visite: 58) »

:: Amina (Pubblicato il 04/12/2018 02:32:15 - visite: 78) »

:: Chi parla dovrebbe parlare (Pubblicato il 22/11/2018 03:29:54 - visite: 178) »

:: Confezione (Pubblicato il 07/11/2018 19:00:18 - visite: 107) »

:: Per evitare (Pubblicato il 05/05/2018 02:12:41 - visite: 186) »

:: Fuori tema (Pubblicato il 07/01/2018 02:59:44 - visite: 229) »