Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Antologia Arte e Scienza: quale rapporto? (invia il tuo contributo entro il 15 gennaio 2020) Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VI Edizione 2020
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Pensieri
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 746 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Wed Nov 6 19:06:35 UTC+0100 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Vita-terapia

di Giulia Archer
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti i pensieri dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 04/08/2012 15:46:01

Le Avanguardie destrutturanti dell'arte, che corrispondono, in filosofia, alla distruzione dell'epistéme metafisica, si diluiscono al presente come "arte terapeutica".
Come l'uomo deve credere alla morte per distruggerla e inventa poi rimedi, filosofici e pratici, sempre più complessi, all'angoscia determinata dal Divenire (=Morte), cosi' l' "artista" - oggi quasi tutti, l'arte è di massa - elabora l'art therapy come procedimento esplicito di terapia, l'agire artistico diventa auto-terapia, rimedio al disagio esistenziale che segue la distruzione di canoni estetici come dei valori epistemici.
Quasi che la vita sia ormai diventata una malattia.
Il meccanismo si ripete: la storia dell'uomo è (anche) storia dell'elaborazione di rimedi a cio' che egli stesso ha "creato" (crede di aver creato).
L'impossibilità del non-agire - l'agire essendo consustanziale all'uomo - sta al fondamento di questo meccanismo.  L'agire essendo distruzione che si crede creazione, poichè afferma il diventar altro di ogni oggetto dell'azione (compreso lo 'spirito', l' 'anima', e simili), chiama necessariamente un rimedio alla distruzione, cioè a se stesso.
Ed è necessario che questa aspirazione a un rimedio oscilli tra il ricorso a specialisti (psicologi, psicoterapeuti, attori di svariate discipline sempre più specialistiche) e una terapia auto-gestita, generalizzata ma individuale, cioè di massa.
Tutto cio' non sottintende alcun giudizio negativo: è solo la descrizione di un processo necessario alla liberazione dell'uomo da se stesso. Sottintende invece che questa vita/malattia e vita/terapia non avrà l'ultima parola: accompagna il crescente dominio della tecno-scienza e tramonterà con esso.  Ma noi, qui e ora, siamo ricercatori.

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Giulia Archer, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Giulia Archer, nella sezione Pensieri, ha pubblicato anche:

:: Dire (Pubblicato il 27/10/2013 10:48:47 - visite: 830) »

:: Logica (Pubblicato il 09/03/2013 18:42:05 - visite: 917) »

:: la cosiddetta esperienza (Pubblicato il 21/01/2013 14:03:31 - visite: 679) »

:: La Cosa e la parola (Pubblicato il 18/01/2013 17:58:08 - visite: 614) »

:: Paul Auster filosofo (Pubblicato il 15/06/2012 12:07:17 - visite: 926) »

:: Follia contemporanea (Pubblicato il 11/05/2012 10:20:56 - visite: 848) »

:: I fatti (Pubblicato il 11/05/2012 10:17:37 - visite: 652) »

:: a Amleto (Pubblicato il 24/04/2012 13:35:02 - visite: 620) »

:: desiderio d’infinito (Pubblicato il 16/04/2012 14:05:09 - visite: 713) »

:: banalità (Pubblicato il 06/04/2012 18:35:42 - visite: 663) »