Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" - V edizione (2019)
PUBBLICATA LA CLASSIFICA FINALE | e-book del Premio | Interviste ai vincitori
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 1245 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Mon Apr 1 10:57:14 UTC+0200 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Without Words - to all the differences

di Giorgio Mancinelli
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 07/09/2011 23:03:18

Without Words (to all the differences)

A feeling
what it doesn't feel pain
surrendered to the euphoria of the instinct
to the vulgarity of what it is hated
unpopular, undesirable
different
love is not, neither devotion
it is betrayal.
A feeling that doesn't have roots
in the soul
what it doesn't have faith of it indulgence
of the diffractions
splinters of rock scratched without name
over the cliff.
A wall of incomprehension
where despite
a flower that doesn't have voice is born
what it also stays amazed
in front of the miracle of the life
what it doesn't need words

.    .    .
only love.

Senza Parole (a tutte le diversità)

Un sentimento
che non prova dolore
che s'abbandona all’euforia dell’istinto
alla volgarità di ciò ch’è inviso
malvisto, sgradito, diverso
non prova amore, né devozione
è tradimento.
Un affetto che non mette radici
nell'anima
che non provoca

comprensione
né indulgenza

per le diversità
è qualunquismo bieco.
Come di schegge anonime

graffiate
sopra una rupe

come di infamia scritta

senza nome
su di un muro d’incomprensione

d'incapacità.
Una condanna all'indifferenza
dove malgrado e difformemente
inaspettato nasce un fiore

che non ha voce
che resta attonito
di fronte al miracolo della vita
che non ha bisogno di parole

.   .   .
solo d'amore.


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Giorgio Mancinelli, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: ’fragile’ (Pubblicato il 17/04/2019 06:30:43 - visite: 25) »

:: Pasqua (Pubblicato il 10/04/2019 06:50:02 - visite: 29) »

:: Mantra - OM (Pubblicato il 09/04/2019 05:27:42 - visite: 30) »

:: ’flamen / soffio’ (Pubblicato il 01/04/2019 05:57:35 - visite: 70) »

:: ‘evocazioni’ (Pubblicato il 24/03/2019 11:38:36 - visite: 65) »

:: ‘canto corale’ (..a Edvard Munch) (Pubblicato il 16/03/2019 06:39:23 - visite: 72) »

:: ‘congiungimenti’ (Pubblicato il 05/03/2019 07:56:06 - visite: 78) »

:: ‘abbandono’ (Pubblicato il 26/02/2019 17:51:47 - visite: 75) »

:: ‘mare d’inverno’ (Pubblicato il 11/02/2019 16:16:13 - visite: 91) »

:: ’pari intervallo’ (Pubblicato il 08/02/2019 02:05:13 - visite: 96) »