Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
ANTOLOGIA PROUSTIANA 2019: UNA NOTTE MAGICA | partecipa
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie"
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 903 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Fri May 17 14:17:29 UTC+0200 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

L’esilio attraversato

di Antonella Taravella
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 23/03/2013 09:47:12

abito l’esilio come un cammino - destino di buio verso casa
intascando parole nella semplicità della sera
un nome ritmato nella festa delle foglie sbriciolate
attorno al tempo che fermo dal guardare abissi
come il tratto deciso delle tue spalle al tramonto,
attingo nella notte l’impossibile suono
degl’inverni attraversati come giardini d’arredare
e cerco il bordo, la palpebra bagnata dal nero
-  testimone nel giro sospeso al chiavistello
alibi di preghiere e addii ricordati per assenza,
che scioglie i muri sputati dalle luci – alternate
da quelle certezze addormentate sul lato sbagliato del ventre
e appiccicarsi poesie come fedi nuziali
miagolando come bestie sotto l’acqua che ci fa brucianti
come una parola impronunciabile


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Antonella Taravella, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: La casa e le ossa (Pubblicato il 11/12/2013 10:22:39 - visite: 922) »

:: Segmenti di guerra (Pubblicato il 03/03/2013 22:49:00 - visite: 1006) »

:: L’inedita bestia che precipita nei limoni (Pubblicato il 12/02/2013 20:00:48 - visite: 917) »

:: L’omaggio rimane sul tavolo come un formichiere (Pubblicato il 16/01/2013 21:05:48 - visite: 942) »