Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" - V edizione (2019)
PUBBLICATI I NOMI DEI FINALISTI
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 1248 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Fri Mar 22 09:59:53 UTC+0100 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Oggi ho parlato con il sole

di cristina bizzarri
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 4 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 23/11/2013 17:07:11

 

 

 

Oggi ho parlato con il sole -

sorrideva -

gli ho detto grazie della luce che mi versa

quando scorro come fossi ferma -

invece sono un punto

tra mille punti senza via di fuga

se penso a tutti i me riflessi intorno -

come le nuvole cangianti nello sguardo,

la loro scia infinita che racconta

di un luogo alle porte del deserto

che mai nessun Mosè 

a quanto sembra 

ha mai trovato, o dissepolto -

e in uno specchio d'acqua ci riflette

le mille scaglie di un serpente -

un gioco di colori sconfinato

arrotolato intorno a una palla -

mentre su cimiteri di cristallo

lo sguardo indugia e si confonde

vacillando

come fumo che sale dal cemento

per il troppo caldo.

 

Bruciata ogni traccia di salvezza

è persa tra le dune la domanda -

ancora quanto alito di vento

farà brillare i raggi dentro gli occhi,

farà sognare il sogno di sognare

di avere balbettato al sole

in bilico sul Nebo

vocali come ali sopra il mare.

 

Il passo lieve sulle acque 

è il tempo breve dell'amore

quando si parla la lingua del sole -

inginocchiati a credere nel rovo

la fiamma che ci abita nel cuore.

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 4 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

cristina bizzarri, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Ti basti una tana nel vento (Pubblicato il 13/01/2019 15:47:10 - visite: 93) »

:: In trasparenza attraversati (Pubblicato il 07/01/2019 20:10:42 - visite: 129) »

:: Che strana cosa il mondo, amore del mio soffio (Pubblicato il 07/12/2018 20:26:59 - visite: 192) »

:: Cuore di silenzio (Pubblicato il 02/11/2018 10:07:21 - visite: 156) »

:: Mentre ragazzi (Pubblicato il 27/10/2018 19:11:32 - visite: 144) »

:: In mezzo al corpo (Pubblicato il 21/09/2018 17:46:10 - visite: 166) »

:: Curriculum (Pubblicato il 14/09/2018 09:52:22 - visite: 207) »

:: Se penso il pensiero (Pubblicato il 08/09/2018 19:59:01 - visite: 188) »

:: Tra mura troppo alte (Pubblicato il 18/08/2018 13:16:28 - visite: 212) »

:: Elegia - Offertorio (Pubblicato il 13/08/2018 14:36:32 - visite: 185) »