Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
La classifica del Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VI Edizione 2020
W.H. Auden, L’età dell’ansia, di Franco Buffoni | e-book n. 240]
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 95 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Fri Apr 3 05:48:41 UTC+0200 2020
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

La danza delle tregue

di Adielle
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 29/01/2020 00:28:42

 

Emergendo dalla dimensione onirica

si manifesta più spedita la dinamica duale

vita e morte si compongono in un ventre femminile universale

per aver giaciuto in assenza di tempo e di spazio

copulando con la Luna a perdifiato, in un sogno ricorrente

di pianeti, ti ricordi le scie delle comete.

Scrivere per decomprimere, ecco il mio reato, di aver fumato.

Grandemente. Con le dosi contrattate a un mercante d'arte.

Sul ponte sventola bandiera bianca, di soprassalto.

Quella tregua auspicata ha le ore contate.

Diciamocelo: meglio soli che ben allineati.

Fuorchè le nuvole forse se piccoli soldati

da condurre alla pioggia per mano.

La didattica dell'anima non mi convince sul piano burocratico.

Ecco perché t'amo? col punto di domanda

sarà vertigine automatica tutte le volte che ti guardo

e convalescenza respirare d'affanno

ma finchè vivo voglio poterti guardare di schianto

anche se necessita di una certa preparazione apotropaica.

I tuoi fotoni si accendono di luce quando sorridi

e trasformi le molecole in postini senza recapiti di lettere d'amore.

Dall'altra parte di un piccolo mondo solitario pieno di testarde.

Ad averti qui saresti da fare a pezzi, in versi brevi e colorati

mia regina dei coriandoli, per non dire altro.

Ho problemi così gravi di salute che faccio finta di non averne

e tutti mi credono, comportandosi di conseguenza,

con l'aiuto di uno specchio, sarei un bravo attore

e di una memoria di ferro ma scordo fin d'ora il motivo del mio amore

per questo mi accontento di una salvezza fuori caso.

Ho vergogna di me stesso e mi attraverso con lo sguardo.

Quel che vedo mi fa pena ma non mi smuove che di pochi atomi

mezzo addormentati. Abitudine alla grandine.

Forse potrei essere una versione migliore di me

se non mi conoscessi così bene o non mi conoscessi affatto.

La verità è un origami spiegazzato.

 

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Adielle, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Adielle, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Deriva (Pubblicato il 26/03/2020 09:51:59 - visite: 47) »

:: Poco altro (Pubblicato il 15/03/2020 02:23:45 - visite: 97) »

:: Merce di scambio (Pubblicato il 08/03/2020 01:19:24 - visite: 59) »

:: Alla destra del padre (Pubblicato il 06/03/2020 02:09:12 - visite: 68) »

:: Pazza idea (Pubblicato il 05/03/2020 00:11:23 - visite: 53) »

:: Stati di grazia (Pubblicato il 02/03/2020 00:53:59 - visite: 62) »

:: Che non torna più (Pubblicato il 01/03/2020 00:47:43 - visite: 53) »

:: Fatti furbo (Pubblicato il 26/02/2020 01:11:38 - visite: 81) »

:: Fuori contesto (Pubblicato il 24/02/2020 00:18:54 - visite: 75) »

:: Rito (Pubblicato il 21/02/2020 00:35:04 - visite: 59) »